Biografia di Julie Kent

Coreografie di Ballerini FamosiInizia la sua formazione nella danza studiando con Hortensia Fonseca all’Accademia del Maryland Youth Ballet. Ha frequentato la seconda sessione estiva dell’American Ballet Theatre e la Scuola dell’American Ballet prima di unirsi all’omonima compagnia come stagista nel 1985. Nello stesso anno ha vinto il primo posto alle finali regionali del National Society of Arts and Letters al Kennedy Center. In seguito entra a far parte come ballerina di fila dell’American Ballet Theatre. Nel 1987 ha iterpretato il film Dancers di Herbert Ross. Nel 1990 è diventata Solista dell’ABT e tre anni dopo è passata al rango di Prima ballerina.

Repertorio American Ballet Theatre:
E i ruoli principali in:
  • Ballet Imperial (G.Balanchine)
  • Dark Elegies (G.Balanchine)
  • Drink To Me Only Thine Eyes
  • Gong (Mark Morris) Kaleidoscope
  • The Leaves are Fading (Antony Tudor)
  • Meadow
  • Mozartiana
  • Sinfonietta
  • Smile with my heart
  • Spring and Fall
  • Stepping Stones (Jiri Kylian)
  • Symphonie Concertante e Theme and Variations (G.Balanchine)
Ha inoltre danzato in Artemis, Dorian, HereAfter, Americans We, Baroque Game, The Brahams/Haydn Variations, Clear, Concerto N°1 per Piano e Orchestra, Cruel World, Getting Closed, Known by Heart, Rigaudon, States af Grace, Within You Without You, A Tribute to George Harrison e Without Words.
Nel 2000 è stata interprete del film Center Stage per la regia di Nicholas Hytner e con la coreografia originale di Susan Stroman.
Nel 1993, a Toronto, ha vinto il premio “Erik Bruhn”; nel 2000 ha vinto il premio “Benois de la Danse”, tenutosi a Stoccarda, prima ballerina americana ad essersi aggiudicata tale riconoscimento.