Biografia di Luciana Savignano

Ballerini Famosi cenni biograficiLuciana Savignano nasce a Milano nel 1943. Si forma presso la Scuola di Ballo del Teatro la Scala di Milano e successivamente si perfeziona presso il Teatro Bolshoi di Mosca. La Savignano mostra fin da subito le sue doti carismatiche grazie anche ai suoi lineamenti particolari che ricordano l'Oriente. Guido Pistoni la sceglie subito per il balletto Il Mandarino meraviglioso balletto che la consacra nel mondo coreutico.
Nel 1972 diventa prima ballerina alla Scala e sempre nello stesso periodo viene notata da Maurice Béjart , il quale la invita nella sua compagnia le Ballet du XX siècle , dove interpreta la Nona Sinfonia.
Per lei Bejàrt coreografa balletti come :

Altri balletti di repertorio :
Nel marzo 1994 Maurice Béjart crea per lei "La Voce" tratta da La Voix Humaine di Jean Cocteau. Sempre nel 1994 inizia una stretta collaborazione con Micha Van Hoecke che crea per lei :
  • A la memoire (Mahler)
  • Carmina Burana (Orff)
  • Orfeo Stravinsky)
  • Orfeo
  • L'oiseau de mon dernier amour
  • Passage
  • Mandarino Meraviglioso di cui è protagonista con Denis Ganio.
Importante anche la collaborazione dal 1995 con Susanna Beltrami che per Lei crea Blu Diablo, La lupa, Jules e Jim, Tango di Luna, Il suo nome… Carmen.
Luciana Savignano insieme a Susanna Beltrami fonda nel 1998 la Compagnia Pier Lombardo Danza.
Versatile e poliedrica Luciana Savignano è stata anche protagonista del lavoro di prosa L'hotel dei due mondi di Eric E. Schmitt.
Nel 2006 esce il libro "Savignano. Anomalia di una stella", scritto da Valeria Crippa, edito da Rizzoli.
Nel 2009 è giudice e insegnante nel programma tv "Academy", su Rai Due.
Tra gli anni 2010 e 2011 interpreta il ruolo della Regina Thalassa nel balletto Sheherazade con la Compagnia Balletto del Sud diretta da Fredy Franzutti. 
Nel 2012 invece è interprete del ruolo di Don Juan, spettacolo ideato dal coreografo Massimo Moricone.