Biografia di Marcia Haydee

Biografia di ballerini famosi
Marcia Haydee nasce in Brasile nel 1937. Studia con grandi nomi della danza tra cui V. Veltcek, S. Egorova, T. Leskova e O. Preobrajenska e successivamente entra a far parte della Royal Ballet School di Londra. Nel 1957 entra a far parte del Grand Ballet du Marquis de Cuevas, dove interpreta alcuni ruoli come solista in balletti come Giselle
Qualche anno dopo, nel 1961 arriva nella compagnia dello Stuttgart Ballet e l'anno successivo viene nominata Prima ballerina. 
Proprio qui nello Stuttgart Ballet prende corpo un grande sodalizio con il coreografo John Cranko, da dove nascono diverse creazioni come:
Molti sono i ruoli che sono stati creati per lei da Glen Tetley come il balletto Daphne e Cloé.
John Neumeier invece ha coreografato Voluntaires e La Dama delle Camelie, balletto dedicato alla Haydee. Lo stesso Sir Kenneth Mc Millan l'ha voluta in balletti come Las Hermana, Song of the Earth, Requiem e Miss Julie.
Il pubblico è rimasto sempre affascinato da questa grande artista dalle forti capacità espressive e tecniche.
Dal 1976 al 1996, ancora attiva come ballerina, dirige lo Stuttgart Ballet, mantenendo intatto il repertorio di Cranko e sviluppando contemporaneamente lo stile della compagnia con lavori di Hans Van Manen e William Forsythe.
Marcia Haydee diventa coreografa nel 1987 quando crea una nuova versione del balletto La bella addormentata, poi segue anche il balletto Giselle nel 1989, The Planets nel 1991.
Dal 1992 al 1994 ha diretto la Compagnia del Balletto di Santiago del Cile, creando balletti come Coppelius, e L'Uccello di Fuoco. Viene invitata nuovamente allo Stuttgar Ballet per interpretare il ruolo di Lady Capulet nel balletto Romeo e Giulietta, con il quale la compagnia va in tournée fino a New York.
Riceve il premio German Dance Price nel 1989 e il Premio Nijinsky nel 2003.
Nel 2004 invece il Presidente della Repubblica Federale Brasiliana la nomina come "Onore al Merito Culturale".
Dopo il ritiro ufficiale dalle scene nel 1996, continua ad apparire come ospite per ruoli di carattere, come la strega Madge in La Sylphide coreografata da Peter Schaufuss. Le viene affidato il ruolo di Maria Callas al fianco di Ismael Ivo.
Nel 2002 Maurice Béjart ha creato per lei Mère Teresa et les enfants du monde.
Dal 2003 al 2004 Marcia Haydee dirige nuovamente la compagnia del Balletto del Cile.