Biografia di Maria Taglioni

Biografie di grandi ballerini
Maria Taglioni nasce a Stoccolma, 23 aprile 1804. Viene considerata  la prima Ballerina Romantica. Figlia di una dinastia di danzatori e di un padre coreografo, prese lezioni a Parigi con Jean-François Coulon, ma suo padre non essendo soddisfatto dei suoi progressi, decise di seguirla personalmente nel suo studio. Maria seguì delle lezioni molto dure con suo padre
Il suo debutto avvenne a Vienna nel 1822, dove danzò La Reception d'une jeune Nimphe à la court de Terpischore. Dopo alcuni anni il padre di Maria decise di farle danzare Cinderella di Ferdinand Albert. Il trionfo parigino all'Opéra di Parigi invece arrivò nel 1832, con il balletto La Sylphide, coreografia creata appositamente per lei da suo padre nella quale, sulla base della tecnica ballettistica italiana fecero la loro comparsa due grandi innovazioni del balletto romantico : il tutù e la danza sulle punte.
A Maria Tagliano si deve anche l'introduzione dell'acconciatura detta "à bandeaux" che divenne poi tipica della danzatrice classica.
Nello stesso anno si sposò con il Conte Gelbeit de Voisins, ma il matrimonio naufragò dopo appena tre anni
La Taglioni venne acclamata in tutta Europa e tra il 1837 e il 1839 fu l'étoile del Teatro di San Pietroburgo. Maria continuò a danzare fino ad un'età avanzata per quell'epoca, infatti quando decise di ritirarsi nel 1848 aveva 44 anni.
Successivamente si trasferì a Venezia, ma data la sua situazione economica sul completo fallimento fu costretta a lavorare dando lezioni sia di danza classica che di portamento a Parigi e a Londra.
Morì a ottant'anni a Marsiglia, in completa povertà, ma suo figlio Georges Gilbert Des Voisins la fece trasferire nella tomba di famiglia al Père-Lachaise.