Biografia di Natalia Makarova

Biografie di grandi ballerini e coreografi
Natalia Makarova inizia la sua carriera nella sua città, Leningrado. Entra all’Accademia Vaganova all’età di tredici anni,  e viene subito collocata in una speciale classe sperimentale che condensava in sei anni un programma didattico di nove. Dopo aver ottenuto il diploma, nel 1959, entra a far parte del Balletto del Kirov, raggiungendo rapidamente l’aura di ballerina. Nel 1961 danza nel balletto Giselle (un ruolo che per lungo tempo è stato il suo più famoso) a Londra con il Balletto del Kirov. Nel 1965 vince la Medaglia d’Oro al Concorso di Varna.
Il 4 settembre 1970, di nuovo in tournée con il Kirov a Londra, prese la decisione che cambiò per sempre la sua vita, chiedendo asilo alla Gran Bretagna, cosa che siscitò un grande scalpore nel mondo ballettistico.
Successivamente si unì all’American Ballet Theatre e debuttò in Giselle nel dicembre del 1970.
Ha interpretato tutto il vasto repertorio dell’American Ballet Theatre, lavorando intensivamente con Antony Tudor (Dark Elegies, The Lilac Garden, Pillar of Fire, Romeo e Giulietta) George Balanchine (Tema e variazioni, Apollon Musagète), Jerome Robbins e Glen Tetley.
La sua collaborazione con il Royal Ballet ha avuto inizio nel 1972; i ruoli interpretati con questa compagnia includono:
Si è unita come guest artist alle maggiori compagnie di balletto ed è apparsa sui palcoscenici di tutto il mondo, tra l’altro con il:
Repertorio:
Onegin (per il quale ha vinto, nel 1985, l’"Evening Standard Award")
Tra i balletti e i pas de deux creati espressamente per lei spiccano:
Nel 1974 ha allestito il Regno delle Ombre dalla Bayadère per l’American Ballet Theatre. Nel 1980 ha messo a punto l’intero balletto, facendo dell’American Ballet Theatre la prima compagnia occidentale che ha acquisito questo balletto nel proprio repertorio. La sua nuova versione includeva per la prima volta dal 1919 la ricostruzione dell’ultimo atto: una coreografia capace di ripristinare la struttura drammatica e l’impatto originale del capolavoro di Marius Petipa
Ha in seguito allestito l’atto delle Ombre per:
  • Balletto Nazionale Canadese
  • London Festival Ballet (ora English National Ballet)
  • Teatro Municipal di Rio de Janeiro
La versione completa della Bayadére per:
  • Royal Ballet
  • Balletto Reale Svedese
  • Corpo di Ballo del Teatro alla Scala
  • Australian Ballet
  • Teatro Colon di Buenos Aires
  • Balletto di Santiago
  • Balletto Nazionale Finlandese
  • Teatro Minicipal di Rio de Janeiro
  • Balletto di Amburgo
  • Teatro Wielki-Opera Narodowa di Varsavia
Ha inoltre allestito una nuova produzione de Il Lago dei cigni per il London Festival Ballet

Paquita per:
  • American Ballet Theatre
  • Balletto Nazionale Canadese
  • Balletto Coreano
  • San Francisco Ballet.
I suoi lavori per la televisione includono:
  • La serie Ballerina
  • Assolute
  • La Leggenda di Leningrado (BBC)
  • In a Class of Her Own (Channel 4)
  • Natasha (Thames Television)
E’ stata filmata nel Lago dei cigni, in Giselle, in Romeo e Giulietta e nella Bayadère. Ha fatto il suo debutto a Broadway danzando nel musical On Your Toes per il quale ha vinto il "Tony Award" cpme "migliore attrice in un musical" e molti altri premi. Nel 1984 ha preso parte a una produzione dello stesso musical nel West End grazie alla quale ha vinto il "Laurence Olivier Award".
La sua riconciliazione ocn il Balletto del Kirov è avvenuta a Londra nel 1988, quando ha danzato con la compagnia un estratto dal Lago dei cigni (diretta televisiva della BBC). Il 1 febbraio 1989, dopo 19 anni di assenza, è stata la prima artista esule a essere invitata a tornare in Russia. Un documentario della sua vita, La Makarova ritorna, è stato presentato dalla BBC.
La sua biografia, A Dance Autobiography, è stata pubblicata da Knopf nel 1979.
Nel 1991 ha registrato i racconti della Regina delle nevi, Il principe Ivan e la principessa Rana e L’uccello di fuoco, ottenendo per l’intera serie l’ "American Library Association Award". Sempre nel 1991 ha debuttato come attrice di teatro in  Tovarish, che, prodotto dal Chichester Festival, è stato poi ripreso nel West End.
Nel 1992 è ritornata in Russia per recitare a Mosca e a San Pietroburgo nella commedia Two for the Seesaw. In occasione del Festival Fellini di Roma (1995), Micha Van Hoecke ha creato un balletto per lei (nel ruolo di Giulietta Masina) e per Jean Babilée (nel ruolo di Fellini).
Ha scritto e presentato, nel 1994, il documentario della BBC St. Petersburg toTashkent per la serie "Great Railway Journeys". Nel 1997 è comparsa in un documentario della BBC su Cajkovskij ed è stata interprete principale nella commedia Misalliance di George Bernard Shaw prodotta dal Chichester Festival.
Nel 1998 ha riallestito la sua Bayadère per l’Australian Ballet e ne ha curato le riprese presso il Royal Ballet, l’American Ballet Theatre e ora per il Corpo di Ballo della Scala.
La sua più recente apparizione in Inghilterra è stata nella commedia Blithe Spirit di Noel Coward, nella quale ha interpretato il ruolo di Elvira. H ainoltre allestito e diretto nuove produzioni di Giselle per il Balletto Reale Svedese (2000), La Bella addormentata per il Royal Ballet (2003) e Il lago dei cigni per il Cajkovskij Perm Ballet in Russia (2005).