Biografia di Giuseppe Carbone

Biografie di coreografi famosi
Nato a Messina nel 1939, il M° Giuseppe Carbone inizia la sua carriera artistica con il Balletto di Roma.
Dal 1962 al 1970 danza come primo ballerino al Teatro dell’Opera di Bonn con la direzione artistica del suo insegnante Giuseppe Urbani.
Nel 1965 crea il suo primo balletto per il suddetto Teatro, e nel 1968 subentra come Direttore del Corpo di Ballo.
Dal 1971 al 1973 ricopre il ruolo di primo ballerino, coreografo e Direttore di Ballo al Teatro "La Fenice" di Venezia e dal 1973 al 1975 (con la stessa nomina) al Teatro "Regio" di Torino. 


Per i rispettivi teatri, crea prestigiose coreografie, fra le quali:
  • La Giara
  • Ma Mére L’Oye
  • Il Ragazzo e la sua ombra
  • A Happy Hippy
  • La Falena
Dal 1975 al 1979 
E' stato coreografo e Direttore di Ballo della rinomata Compagnia Nazionale Svedese "Cullberg Ballet" di Stoccolma con la quale è stato in tournée in Francia, Italia, Spagna, ex Jugoslavia, Romania, Ungheria, Cina ed altri paesi, creando inoltre diversi balletti fra i quali "Personennumer" e "Il Concerto per due Mandolini".
Durante questo periodo collabora con il Teatro Reale dell’Opera di Stoccolma, di Copenaghen e di Helsinky.


Dal 1979 al 1981 

E' stato Direttore di ballo presso il Teatro alla Scala di Milano, portando per la prima volta nella storia la compagnia scaligera negli U.S.A al Metropolitan di New York, con etoiles ospiti Carla FracciMargot Fonteyn e Rudolf Nureyev.

1982 
Crea il Balletto" "I figli di Medea" con Birgit Cullberg per il Teatro Regio di Torino e ottiene la nomina di Coreografo e Direttore del Balletto dell’Arena di Verona, per il quale ha realizzato prestigiose programmazioni, allestendo fra l’altro la versione originale di "Giselle" con Carla Fracci come protagonista principale.

1985 
Creografa per il Balletto Reale dell’Opera di Stoccolma, "La Morte e La Fanciulla" di Schubert. 

1986 
Fonda il Balletto di Venezia, ottenendo grandi successi sia in Italia che all’estero.

1987 
E' stato membro per due mandati, della Commissione Musica al Ministero del Turismo e Spettacolo come rappresentante della danza italiana.

Dal 1989 al 1993
Ritorna a dirigere il Balletto dell’Arena di Verona, creando il balletto "La Follia di Orlando" . Nello stesso periodo è Direttore Artistico del Festival di Bolzano. Coreografa il Balletto "Carmina Burana" per l’Opera di Roma e per la Compagnia Contemporanea di Bergen in Norvegia. In seguito viene ancora chiamato a dirigere il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano. Coreografa "Carmen" per la compagnia canadese "Alberta Ballet", riproponendo lo stesso nel 1993 per il Balletto contemporaneo di Caracas, Venezuela.
Ha partecipato a 8 edizioni di Spoleto e al FESTIVAL DI NERVI come ballerino e coreografo.
Ha ricevuto per tre volte il Premio Positano e diversi riconoscimenti sia in Italia che all’estero, premi speciali dalla Svezia per aver sostenuto la danza in Scandinavia, ed in particolar modo è stata apprezzata la sua collaborazione con la nota coreografa svedese Birgit Cullberg della quale è stato assistente-coreografo e il Cullberg Ballet di Stoccolma.
Per tali meriti, l’Ambasciata Italiana di Stoccolma, lo ha nominato "Cavaliere di Italia".


Dal 1994 al 2002
Direttore del Corpo di Ballo al Teatro dell’Opera di Roma, realizzando balletti come: "Carmina Burana", "Pulcinella e Pimpinella", "Cronache italiane" e "L’Uccello di Fuoco". Nel 1998 per la terza volta gli viene proposta la direzione del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano. Dal 1998 al 2000 è Direttore Artistico del Festival a PALAZZO TE di MANTOVA. Dal 2000 al 2002 è stato Direttore Artistico della Compagnia Nazionale Italiana di Danza classica con la quale debutta le sue coreografie "Sagra della primavera", "Carmina Burana", "Romeo e Giulietta", "Notti Spagnole" e "Carmen".

Dal 2000 al 2008 
Direttore Artistico del settore danza al Teatro" Giuditta Pasta" di Saronno, per il quale organizza importanti manifestazioni di livello internazionale.
Nel Novembre 2001, ha ideato ed organizzato il Festival di Danza Contemporanea Italiana a Stoccolma.
Nel 2001 il Presidente della Repubblica Italiana lo nomina "Ufficiale".
Il M° Carbone viene frequentemente chiamato ad organizzare e presiedere importanti manifestazioni e concorsi internazionali come quelli di Palmanova, Grassina, Firenze nella manifestazione "Danza in fiera".
Da 4 anni, con il Teatro di Saronno, ha dato inizio ad un progetto, che lo vede alla ricerca di giovani coreografi italiani facilitando la loro crescita artistica e professionale con eventi e spettacoli di alto livello.