Biografia di Stefano Giannetti

Biografie di ballerini famosi
Si forma all’Accademia Nazionale di Danza di Roma e al Conservatoire di Parigi con Yvette Chauviré dove vince il Prix du Conservatoire. Vince il Premio di Losanna, il Premio Nazionale Danza e il Premio Leonide Massine a Positano. Danza con il Balletto di Amburgo, il Balletto di Basilea e, come primo ballerino, danza con: London Festival Ballet, Balletto di Zurigo e Deutsche Oper Berlino. Interpreta tutti i grandi balletti del repertorio classico insieme a balletti di: 
Come coreografo, crea giovanissimo nell’ambito dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma, Il Fiore di Pietra, prodotto dalla RAI per Maratona d’Estate a cura di Vittoria Ottolenghi. Crea balletti per Anna Razzi, Marco Pierin, Vladimir Derevianko e per il Balletto dell’Arena di Verona, il Deutsche Oper Berlino, i Teatri dell’Opera di Bonn, di Darmstadt e di Zurigo, il Balletto Nazionale Norvegese di Oslo, Danse Atelier di Tokio, il Miami International Ballet Festival (USA), il Balletto Nazionale di Finlandia, Theater Hof (D). E’ Maître de Ballet al Semperoper di Dresda diretto da Vladimir Derevianko; è Direttore del Ballo del Northern Ballet Theatre in Gran Bretagna, è invitato regolarmente come maestro ospite in diverse compagnie; fonda a Berlino un centro di danza specializzato nella formazione maschile:Uomo Danza. È stato ospite del Festival Corpi Sensibili (Udine) e della Galleria Borghese a Roma con le Étoiles internazionali Simona Noja e Giuseppe Picone. Dal 2006 è Direttore della Compagnia di Balletto Pfalztheater di Kaiserslautern in Germania dove ha crea: Carmen, Glass Violinkonzert, Hommage an Mozart, Giacomo Casanova, Duke Ellington Forever, Rumpelstilzchen, Pulcinella, L'Uccello di Fuoco.