Glossario della Danza

Glossario della Danza

A

ADAGIO: Derivante dal termine musicale.Serie di movimenti lenti in cui viene eseguita una legazioni di passi alla sbarra o al centro o nel repertorio classico

A’ LA SECONDE: letteralmente in seconda .Posizione in cui la gamba è laterale.
Può essere a terra o in aria.

ALLEGRO: combinazione di passi ( salti) che vengono eseguiti in modo veloce, dinamico. In genere si chiamano così  gli chagement, assemblé ecc

ALLONGE’: Dal francese "allungato", Il termine allongé nel balletto indica una linea allungata delle braccia.

APLOMB: Controllo del corpo con il peso distribuito rispetto ad un asse immaginario che attraversa il corpo dalla testa al piede di sostegno.

A SPECCHIO: In una coreografia, due ballerini o due gruppi di ballerini eseguono il passo "a specchio". Ciò vuol dire che eseguono gli stessi movimenti ma con le posizioni invertite.

ARABESQUE: La parola indica una posa in cui la gamba è tesa indietro a 90°, ben incrociata.
Viene eseguita stando su una sola gamba d’appoggio. Ci sono  varie tipologie di arabesque dipendenti dall'uso delle braccia.
 Nella tecnica Vaganova gli arabesque sono 4, mentre nella tecnica Cecchetti sono 5.

ARRONDI: Dal francese "arrotondato", il termine è  riferito alla linea delle braccia

ASSEMBLE’: L'Assemblé è un salto in cui si solleva da terra prima un piede poi l'altro e si atterra su due piedi insieme, in una quinta posizione.
L'Assemblé viene preceduto generalmente da una glissade  e può essere in avanti, in seconda o dietro.

ATTITUDE: L'Attitude è una posizione in cui si sta su una gamba d'appoggio, mentre l'altra è sollevata dietro, piegata e con il ginocchio che tende ad andare verso l'alto mantenendo l'en dehor.La posizione può essere eseguita anche davanti, in croisé e in effacé, sul relevé e durante le pirouettes.

B

BALANCE’: Passo dondolato. Questo passo è  simile al  pas de valse,si sposta il peso da un piede all'altro.

BATTEMENT: letteralmente tradotto dal francese "battere". Il termine battement significa l’estensione della gamba e il ritorno della stessa in una posizione di partenza.
Esistono varie forme di battement: battement tendu, battement jeté.

BATTEMENT BATTU: La partenza è sul collo del piede. Da qui il piede esegue una serie di piccoli colpi veloci sull'altro piede, si può eseguire anche dietro.

BALLONNE’: Passo rimbalzato,  il danzatore salta in aria stendendo una gamba avanti, atterrando sulla gamba opposta in cou de pied

BALLOTTE’: Nella danza indica un passo saltato in cui si cambiano alternativamente le gambe, mentre il corpo si piega in avanti o indietro in ogni spostamento del peso.

BATTU: Letteralmente battuto. I salti hanno una versione battu: le gambe stese si incrociano o si battono una o più volte in aria

BRISE’: Il brisé è un passo che fa parte della petite batterie: si parte dalla quinta posizione si salta verso l'alto slanciando appena un piede in avanti (o indietro), poi in aria la seconda gamba raggiunge la prima e compie  un battito leggero, per scendere infine su due piedi. Si possono individuare due tipi di brisé il dessus e il dessous.

BOURRE’: Serie di passi particolarmente veloci in cui i piedi sono molto vicini tra loro. Può essere eseguito in tutte le direzioni e anche sulle punte.

C

CABRIOLE: E' un salto che parte e arriva sullo stesso piede, mentre in aria le gambe si chiudono per compiere una battuta che può essere singola o doppia.

CAMBRE’: Il cambré è un movimento che implica la flessione del busto all'indietro.

CHAINE’: Serie di giri in mezza punta o in punta, eseguiti su una linea retta spostandosi da un piede all'altro.

CHAGEMENT: Piccolo salto durante il quale si cambiano i piedi da una quinta posizione all'altra.

CHASSE’: Passo scivolato in cui uno dei due piedi caccia via l'altro prendendone il posto.

CHEVAL: Il pas de cheval è chiamato così perché ricorda il movimento che il cavallo fa con la zampa.
     
CLOCHE: Dal francese "a campana.".Questa movimento si esegue lasciando la  gamba libera che si alza in avanti e indietro passando dalla prima  posizione

COUPE’: Il pas coupé è un movimento intermedio usato per la preparazione ad un altro passo, in cui il piede prende il posto dell'altro.

COU DE PIED: Il termine cou de pied significa "collo del piede". Il cou-de-pied si esegue abbracciando la caviglia della gamba d'appoggio.

COURU: Quando si eseguono molti pas de bourré consecutivamente, allora otteniamo il pas Couru. Generalmente si fa con un tempo veloce. Serve a dare velocità e slancio nei grandi salti e si trova soprattutto nei passi maschili. Viene anche eseguito dalle donne sulle punte, muovendosi in diagonale.

CROISE’: La caratteristica di questa parola è l’incrocio delle gambe da cui appunto prende il nome. Il corpo è quindi nella direzione della diagonale.
Il croisé può essere  eseguito avanti o dietro
D

DE COTE’: In italiano significa di lato, oppure alla seconda

DE FACE: Posizione del corpo di faccia, verso il pubblico
                                                                 
DEBOULE’: stesso significato degli chainé.

DEGAGE’: Dal francese "liberato".Il dégagé indica una posizione della gamba tesa.

DEMI-PLIE’: Il demi-pliè è un plié che viene eseguito in tutte le posizioni dei piedi senza alzare i talloni da terra, é differente dal grand plié dove invece si  alzano  i talloni da terra per arrivare alla massima profondità.

DERRIERE: Letteralmente "dietro". Indica un passo eseguito verso dietro.
Per esempio un battement tendu  derriére si esegue andando con il piede nella direzione della schiena.

DESSOUS: Letteralemente "di sotto".Indica un passo nel quale il piede che lavora passa dietro la gamba d'appoggio .

DESSUS: Letteralemente "di sopra".Indica un passo nel quale il piede che lavora passa davanti la gamba d'appoggio.Si possono eseguire dessous: gli assemblé, brisé, coupé , glissade,jeté battu

DEVANT: Letteralmente "davanti". Indica un passo eseguito verso avanti.

DEVELOPPE’:Indica la distensione in aria, lo sviluppo della gamba che lavora in una posizione aperta, dove viene sostenuta con perfetto controllo.

DOUBLE: Indica un passo eseguito doppio.
Ad esempio nel double saut de basque o nel double tour en l’air bisogna eseguire due giri in aria prima di scendere a terra.

E

ECARTE’: è una posizione in cui la gamba del ballerino è tesa in seconda posizione, con il busto inclinato

ECHAPPE’: piccolo salto con le gambe tese che partono dalla quinta posizione in demi-plié e  terminano in seconda posizione. Quando l'echappé è in punta finisce alla seconda in punta, con le gambe tese.

EFFACE’: è una posizione in cui il corpo è leggermente ruotato e dove lo spettatore vede la linea aperta della gamba.

EMBOITE’: Indica una serie di passi saltati  in cui un piede prende il posto dell'altro.

EN FACE: Posizione del corpo rivolta verso il pubblico.

EN L’AIR: Si ottine quando la gamba che lavora esegue un movimento in aria

EN DEHORS: Si traduce dal francese  con "in fuori". E’ un termine  che si applica a diversi tipi di posizioni, di direzioni dei movimenti, di atteggiamenti.

EN DEDANS: termine dal francese che significa “in dentro”.

ENTRECHAT: l'entrechat è un salto di batteria in cui, partendo da una quinta posizione dei piedi, si effettua un salto senza spostarsi, le gambe si scambiano in aria cambiando ogni volta la quinta

ENVELOPPE’: L'enveloppé è il contrario del développé: la gamba si solleva tesa, quindi si piega e va in passé per poi chiudere in quinta posizione
Può essere grande, come nel caso di un adagio, con la gamba che si alza fino a 90° o più, o piccolo, come per un esercizio di tendu

EPAULEMENT: Letteralmente "movimento delle spalle", il termine serve a definire la correttezza del piazzamento delle spalle.
F

FAILLI : Indica un salto con entrambi i piedi in quinta posizione in aria spostato in avanti mentre la testa gira di lato, poi apre la gamba sinistra si scende sul piede destro  passando per la prima posizione , il piede scivola in quarta posizione avanti in plié con il corpo leggermente inclinato a sinistra.

FLIC FLAC: Il flic-flac si esegue negli esercizi tipo il frappè come legame di connessione tra  vari movimenti.

FRAPPE’: Il frappé è un passo che si esegue generalmente alla sbarra, si parte da una posizione in cou de pied o con un piede flex con il tallone poggiato sulla caviglia dell'altra gamba; si esegue quindi un movimento rapido per tendere la gamba, in avanti, in seconda o dietro.

FONDU: Il termine deriva dal francese e vuol dire "Andare a fondo".
Esercizio nel quale la gamba di terra si piega lentamente in plié.

FOUETTE’: Il fouetté  significa "frustato" .E' un movimento dato dal cambiamento di posizione del corpo rispetto alla gamba "che lavora" (quella che non è a terra) che rimane nella stessa posizione.
 Più famosi i fouettés del virtuosismo femminile (coda nel finale del balletto) e la variante dei fouetté all’italiana

G

GALOP: Brillante danza in tondo che si diffuse all'inizio del XIX secolo dalla Germania in Francia e in Inghilterra (come parte finale della quadriglia)

GARGULLADE: La scuola Italiana usa ancora questo antico nome francese, mentre nella scuola russa viene chiamato double rond de jambe.
Stare in quinta posizione, con il piede destro avanti. Sul demi-plié  la gamba destra fa un rond de jambe en l'air en dehor; quando questo movimento è terminato e la gamba si è aperta alla seconda  posizione, trasferirsi con un salto sull'altra gamba in demi pliè; contemporaneamente la gamba  fa un rond de jambe en l'ar en dehors.

GAVOTTE: Danza popolare francese, in tempo di 4/4, che pare prenda il nome dai Gavots.
Nel Seicento era la danza di corte e fu spesso impiegata dal musicista Lully nelle musiche per balletto.

GLISSADE: Indica un passo scivolato che può essere eseguito in qualsiasi direzione ed è usato sopratutto come passo di collegamento.

GRAND BATTEMENT: Questi battements vengono eseguiti come i battements tendus, ma qui la gamba continua il movimento e viene lanciata con forza in fuori fino ad un angolo di 90°.

GRAND JETE’: grand jeté è un salto in cui una gamba viene lanciata in avanti tesa, l'altra va in arabesque in modo da raggiungere in aria un'apertura  possibilmente  a180°,come una spaccata.

GRAND PLIE’: Il grand-pliè è un esercizio che si fa alla sbarra e consiste nel forzare il plié al massimo  alzando i talloni da terra.
I

INCHINO: L’inchino è il saluto ballettistico che si esegue alla fine di una variazione, pas de deux, al termine di uno spettacolo. Viene insegnato agli allievi al termine di una lezione.
J

JARRETE’: Termine della danza accademica che indica la particolare conformazione ad X delle gambe del danzatore

JETE’: È un salto da una gamba all'altra in cui la gamba che lavora sembra che sia "gettata" in avanti, di lato, o dietro. Esistono tante varietà di jeté chepossono essere eseguite in tutte le direzioni.
L

LEGAZIONE: La legazione è un insieme di passi "legati" tra di loro a formare un esercizio complesso.

LIFT: Termine che indica genericamente un passo, in un pas-de-deux, in cui l'uomo solleva la donna.

M

MAITRE DE BALLET: Anticamente detto maître à danser, indica il responsabile tecnico e del livello di esecuzione dei danzatori di una compagnia e colui che dirige la "Classe". e conduce le prove dei balletti.

MANEGE: Nella danza indica quell'ampio cerchio immaginario percorso dal ballerino con dei giri en manège, altrimenti derivato dalle esercitazioni equestri dei ballerini a cavallo svolti nei maneggi del XVIII sec.

MINUETTO: Danza popolare francese per 3/4 originaria del Poitou, fu introdotta dal compositore Lully, alla corte dei Luigi XVI, dove finì per sostituire i precedenti stili di danza (corrente, pavana) e nel balletto del XVII secolo. Diffusissima in Europa con le sue figurazioni rigorosamente geometriche, unite tuttavia a riverenze ed inchini cerimoniose, divenne la danza degli aristocratici prima della Rivoluzione francese

O

OFF- BALANCE: Off-balance è un termine relativamente recente, non legato alle scuole tradizionali come Vaganova o Cecchetti, e indica una posizione "fuori equilibrio".
E' generalmente usata in passi a due moderni o neoclassici, dove il partner fa una contro-forza per tenere la ballerina in posizione decisamente fuori l'asse dell'equilibrio

OUVERTURE: Termine musicale che indica una composizione con funzioni introduttive che si esegue ad inizio di brani musicali.
P

PAR TERRE: Si definiscono "par terre" o "a terre" tutti quei passi in cui la gamba che esegue il movimento non si stacca dal pavimento, da terra.

PAS DE BASQUE: Nel pas de basque si parte in quinta posizione, demi pliè si sposta il piede destro in avanti croisé e si descrive mezzo cerchio en dehors mentre il sinistro rimane fermo in demipliè, da qui  fare un salto sul piede destro portando il sinistro in 2° per poi passare in prima e chiudere in quinta posizione avanti.

POLANNAISE: La polonaise o danza polacca, è una danza antica, il cui passo principale è stato tradotto in un passo scenico utilizzato nel balletto di repertorio.
Il passo è composto da un primo movimento simile ad un passé par terre, con la gamba di terra in demi pliè, seguito da due passi in mezza punta.
Il passo è quasi identico a quello del minuetto

PASSE’: Viene usato nella danza per indicare un movimento di passaggio della gamba da una posizione ad un'altra.

PENCHE’: Solitamente è un movimento che viene usato dai ballerini nella  posizione di arabesque, in cui il corpo si proietta in avanti tenendo bene la schiena e la gamba dietro si alza. Il passo può essere eseguito anche con la gamba in quarta posizione avanti. 

PIED A’ LA MAIN: Letteralmente "gamba alla mano", indica un esercizio di allungamento che viene effettuato alla fine della sbarra. Si prende un piede con la mano e si porta in alto, la gamba viene  trattenuta in una posizione molto alta.

PIQUE’: Nel balletto indica il salire direttamente sulla punta del piede senza piegare il ginocchio

PIROUETTE: Nel balletto indica uno o più giri del corpo eseguiti su una gamba (sulla mezza punta o sulla punta), in cui la punta della gamba che lavora solitamente tocca il ginocchio di quella che sostiene il peso del corpo. Si possono eseguire pirouette à la seconde, en attitude, en arabesque, o sur le cou-de-pied.

PLIE’: Nella danza viene usato per indicare il piegamento delle ginocchia, per esempio prima di cominciare un salto o dopo la discesa. Tale esercizio è il primo della lezione alla sbarra.

PORT DE BRAS: Per port de bras, letteralmente traducibile con "portamento delle braccia", viene inteso qualsiasi movimento delle braccia.Nella Scuola vaganova ci sono 6 port de bras, nella scuola Cecchetti sono 8.

POSE’: Nella danza indica il passare con il peso del corpo da un piede all'altro con il ginocchio teso e sul piede piatto, ma anche in mezza punta o in punta e può essere eseguito sia in avanti che di lato o indietro.

PRESA:Termine che indica genericamente un passo, in un pas de deux, in cui l'uomo solleva la donna.

PRE-SBARRA: Esercizi che vengono eseguti alla sbarra come riscaldamento.

PREPARAZIONE: Nel balletto indica quando ci si mette in posizione per compiere un movimento che richiede uno sforzo particolare ad es: la pirouette

PROMENADE: Nel balletto indica un giro lento eseguito su un solo piede, dopo che tutto il corpo ha assunto una posa precisa come un'arabesque o un'attitude: ma anche durante un pas de deux il cerchio lento che il ballerino descrive intorno ad una ballerina in punta sorreggendola.
Q

QUARTA POSIZIONE: La quarta posizione dei piedi è uguale in tutte le scuole nazionali: gli arti inferiori sono ruotati verso l'esterno di 90 gradi con i piedi che formano un angolo piatto (di 180 gradi). I piedi sono su due linee parallele, con una distanza approssimativa fra di loro di un piede, il tallone del piede è allineato verticalmente con la punta dell'altro piede.

QUINTA POSIZIONE: La quinta posizione dei piedi è uguale in tutte le scuole (ad eccezione del metodo Cecchetti.
Gli arti inferiori sono ruotati verso l'esterno di 90 gradi  con i piedi che formano un angolo piatto (di 180 gradi), il tallone di un piede è allineato  con la punta dell'altro piede.

QUADRIGLIA: Controdanza francese del XVIII e XIX secolo, eseguita da 4 (o multipli di 4) coppie di danzatori collocati di fronte o in quadrato. Si diffuse nel periodo napoleonico per poi essere soppiantata dalla polka.
R

RELEVE’: Rilevato. Qualsiasi posizione assunta in opposizione al concetto di par terre. Si può intendere sia in mezzapunta che in punta. Specialmente in quest'ultimo caso, il relevé viene anche detto sous-sus.

RENVERSE’: Dal francese" rovesciato" indica il piegarsi indietro del corpo durante un giro, quasi ai limiti della perdita di equilibrio.

RETIRE’: Dal francese "ritirato".Durante l'esercizio il piede sollevandosi da terra scorre lungo la gamba d'appoggio fino ad arrivare al ginocchio

REVOLTADE: Passo girato in cui il ballerino gira e salta contemporaneamente avvitandosi, facendo passare una gamba sopra l'altra, scendendo rivolto verso la direzione opposta (passo di carattere russo).

ROND DE JAMBE: Nel balletto indica il movimento circolare compiuto dalla gamba, che può essere eseguito sia à terre che en l'air (cioè con il piede sollevato dal pavimento); se eseguito durante un salto è detto rond de jambe sauté.

ROYAL: Un entrechat in cui le gambe si incrociano due volte.
S

SBARRA A TERRA: Esercizi preparatori a terra che vengono eseguiti nelle classi di propedeutica prima dello studio della sbarra in piedi.

SECONDE: Si intendono a la seconde i passi o le posizioni con la gamba tenuta lateralmente, sia a terra che in aria.

SESTA POSIZIONE: La sesta posizione è una posizione dei piedi, si esegue con i piedi chiusi, paralleli e uniti fra loro. I due talloni sono sulla stessa linea, così come le punte.

SISSONNE: Le gambe a forbice passano con un piccolo o grande salto dall'appoggio su due piedi alla ricaduta su uno solo.
Probabile derivazione dal francese ciseaux (forbici).

SOBRESAUT: Si esegue con una spinta verso l'alto e in avanti, le ginocchia tese e le punte tirate con il piede posteriore nascosto da quello anteriore e si ridiscende nella stessa posizione.

SOUTENU: E' un semplice giro intero, in quinta  posizione e in relevè,cioè entrambi i piedi sono in mezza punta.

SUITE: Termine musicale che indica una composizione strumentale costituita da un susseguirsi di vari brani aventi denominazioni e caratteri di danze stilizzate.

SUR PLACE: Letteralmente significa sul posto.

T

TEMPS DE FLECHE: Il passo prende il nome dalla somiglianza della prima gamba ad un arco e della seconda ad una freccia nella dinamica di esecuzione ;una gamba esce in fuori per poi piegarsi in retiré e tornare a terra scambiandosi con la seconda gamba che esce piegata per poi stendersi in aria.
Può essere eseguito en avant  o en arrière

TEMPS LEVE’: Indica lo stacco da terra su un solo piede con l'altro mantenuto in una posizione precisa

TEMPS RELEVE’: Il temps relevé è un movimento ausiliare e serve come préparation al rond de jambe par terre, en l’air.
Si esegue anche en tournant con le pirouettes e con i tours nelle grandi pose (grand temps relevé).
Come tutti i movimenti, al principio si studia separato
TENDU: Il piede che lavora scivola dalla prima o dalla quinta posizione fino alla seconda o quarta posizione senza alzare le dita dal pavimento ma mantenendo la punta ben stesa. Non appena il piede arriva alla posizione con punta tesa torna in prima o quinta posizione

TIRE BOUCHON: E' un passè con il piede posizionato davanti o dietro al ginocchio, in francese significa cavatappi ed è usato nei tours piqués.

TOMBE’: Il tombé è un passaggio in cui il piede che lavora si solleva in aria e viene posato completamente a terra caricandoci sopra il peso e liberando l'altro piede.

TOUR: Tutti i movimenti che consistono nei giri

TOUR EN L’AIR: Il danzatore partendo dalla quinta posizione dopo aver fatto un plié si stacca da terra con uno slancio verso l'alto e in aria compie un giro completo su se stesso atterrando in quinta posizione. Se i giri sono due si chiamerà double tour en l'air.
V

VALZER: Danza in ritmo ternario diffusasi verso la fine del Settecento in Austria ed in Germania meridionale.

VARIAZIONE: Nel balletto indica qualsiasi assolo.

VIRTUOSISMO: Il Virtuosismo è un movimento culturale-musicale dove i musicisti mettono in risalto la loro abilità. Nella danza il virtuosismo consiste in una serie di passi complessi dove viene messa in risalto l’abilità del danzatore. Ad esempio salti per gli uomini, fouettè sulle punte per le donne.