Ballando contro le droghe

Ballando contro le droghe
«Dream on» diventa un evento nazionale. Dopo sei edizioni veronesi il Concorso di danza contro tutte le droghe promosso dal Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato in collaborazione con il Dipartimento dipendenze dell’Ulss 20 di Verona e Asur Marche Area Vasta 9, si svolgerà per la prima volta il 29 aprile in tre città contemporaneamente: Verona (Teatro Nuovo, ore 16,30), Macerata e Napoli.
Per l'evento 36 i gruppi di danza distribuiti su tutto il territorio nazionale sono stati selezionati dalla direzione artistica di «Dream On» e successivamente suddivisi in 12 per ciascuna città.
I gruppi si esibiranno simultaneamente domenica 29 aprile nei teatri delle tre città partecipanti, esibendosi su musiche originali realizzate per il progetto.
Per l'evento finale, che si terrà il 27 maggio a Roma nella Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica, una giuria internazionale composta da Veronica Lewis, direttrice della della London Contemporary Dance School, Rosaline Subel Kassel, direttrice della Telma Yalin School di Tel Aviv e da Alphonse Pouline della Juilliard Dance Drama Music School di New York, selezionerà i 6 migliori gruppi che si saranno esibiti nelle tre città. Inoltre, un settimo gruppo avrà la possibilità di esibirsi all'evento finale.
Ospiti della serata veronese saranno il comico di Zelig, Leonardo Manera, il primo ballerino Danilo Palmieri e i ballerini Scilla Cattafesta e Luca Condello del Corpo di ballo della Fondazione Arena con la conduzione di Mario Puliero, direttore di TeleArena. Sarà presente all'evento il Capo dipartimento Politiche antidroga, Giovanni Serpelloni, che ha ideato l'iniziativa con Elisabetta Simeoni, Direttore generale Dpa, per dare ai giovani la possibilità di esprimere la propria creatività e trovare nella danza uno stimolo diverso e alternativo che li impegni in modo entusiasmante e costruttivo allontanandoli così dai pericoli del droga. «Esportare il concorso Dream On a livello nazionale - ha detto Serpelloni - è per me motivo di grande soddisfazione. Iniziative come queste sono importantissime al fine di sensibilizzare i giovani e anche i giovanissimi sul problema delle droghe per il quale è richiesta una prevenzione il più precoce possibile».


Fonte : Larena.it