Come prevenire tendiniti e stiramenti

Medicina della DanzaCome è noto i ballerini sono spesso soggetti a stiramenti e strappi al tendine d’Achille. Le cause sono dovute ai relevé e ai salti, i quali costringono il polpaccio a un allungamento eccessivo che tende a  ripercuotersi sulla sua estremità, ma può essere determinato anche da pavimenti troppo duri o da scarpette non adeguate. Ecco che può capitare di avvertire dolore ad un muscolo o ad un tendine e talvolta questi fastidi ci accompagnano per giorni. In alcuni casi si parla di stiramento, e il più delle volte senza una corretta cognizione di causa.
A questo proposito, quest'oggi vogliamo fare un po’ di chiarezza riguardo a questo argomento.
Gli stiramenti sono micro rotture di tessuto muscolare e il dolore è particolarmente forte. Tale micro rottura può verificarsi durante uno sforzo, quando il muscolo della parte interessata non viene adeguatamente preparato attraverso un corretto riscaldamento. Durante questi sforzi il muscolo viene sottoposto ad un allungamento eccessivo e non essendo ancora ben ossigenato, rischia di lacerarsi.
La cura consiste nell'applicare del ghiaccio, tenendo la parte a riposo e, quando prescritto dal medico, con assunzione di antinfiammatori.

Per quanto riguarda lo strappo muscolare la storia è identica, ma la gravità del trauma è nettamente superiore, il dolore è più intenso e la riabilitazione richiede tempi più lunghi. In certi casi è necessario bendare il muscolo interessato per tenere immobilizzata la parte e favorirne così la guarigione. Nel punto lacerato si creerà tuttavia una cicatrice, proprio come quando ci procuriamo un taglio sulla pelle. In questo punto però, il muscolo non presenterà le stesse caratteristiche di quello stirato, in quanto sarà meno elastico e quindi non avrà la stessa capacità di contrazione.
Per verificare quale sia stato il danno sarà necessario sottoporsi a un’ecografia muscolare. Il medico potrà così diagnosticare la giusta prognosi sul decorso e sull’esito della malattia in modo più dettagliato.
Oltre ai farmaci sono consigliate anche terapie come gli ultrasuoni o la radar terapia.
Appena diminuisce l’infiammazione si possono fare anche sedute di massoterapia, che sono dei massaggi che favoriscono la rivascolarizzazione della zona traumatizzata. Il tutto però deve avvenire sempre sotto stretto parere medico!

La tendinite è l’infiammazione di un tendine (terminazione fibrosa con cui un muscolo s’inserisce su un osso) che può verificarsi a causa di un trauma o per un’usura scorretta. Nei casi più gravi può esserci anche una rottura. I tendini che sono maggiormente sottoposti a stress sono:
  • il tendine d’Achille, situato tra il tallone e il polpaccio.
  • il tendine rotuleo, che si trova tra la rotula e la tibia. 
Anche il tendine rotuleo, se molto sollecitato e non abbastanza aiutato da una muscolatura solida e riscaldata in modo corretto, può infiammarsi. Sottolineo ancora una volta l’importanza del riscaldamento prima di ogni tipo di attività. Basteranno alcuni minuti per riscaldare i muscoli interessati allo sforzo che, abbinati ad alcuni esercizi di stretching, verranno preparati adeguatamente per affrontare la lezione di danza o le prove.
Anche la tendinite si cura con il ghiaccio e un adeguato  riposo. In questi casi può essere utile fasciare la parte per poterla contenere meglio con fasciature o cavigliere idonee.
Nel caso di infiammazione cronica se si deve sostenere una lezione o uno spettacolo si possono fare dei bendaggi funzionali. Sono delle fasciature che impediscono all’articolazione di andare a sollecitare direttamente il tendine infiammato.

Infine possiamo aggiungere che in alcuni casi anche un’eccessiva attività può portare a queste patologie. Se i muscoli o i tendini sono stanchi, quindi  in sovraccarico da super lavoro, tenderanno ad avere una risposta minore e potrebbero verificarsi incidenti di questo tipo.

Abbiate dunque sempre molta cura del vostro corpo, è il vostro strumento di lavoro, ed è importante mantenerlo sano e funzionale, ma sopratutto preparatelo al meglio prima dell'attività.

Se ti va puoi leggere l'articolo sui benefici dello stretching cliccando quì

Buona Danza a tutti!
Laura Conti