La tecnica di Merce Cunningham

Tecniche di Danza ContemporaneaLa tecnica di Merce Cunningham nasce negli Stati Uniti intorno agli anni 50 sulla base di ricerche condotte da lui stesso. Cunningham venne considerato il padre della danza post moderna che ha dato origine alla New Dance, differenziandosi così dal repertorio classico. L'unico elemento che strutturava gli eventi era il tempo. Si stabilivano gli intervalli, o le sequenze temporali, entro le quali poter sviluppare un linguaggio creativo. Egli definisce la sua  tipologia di danza “non narrativa”, facendo emergere  l'importanza di ciò che la compone: tempo, spazio e velocità, che lui stesso  ha affrontato eliminando ogni tipo di convenzione.
La continua ricerca del  movimento dei ballerini, portò Cunningham a sviluppare una danza plastica, fisica, dove il ballerino poteva muoversi nello spazio senza prediligere la centralità o la caratteristica interpretativa. Il corpo diventa così un "agitatore plastico-spaziale".
Egli  fu considerato un teorico del movimento“puro”, perciò la sua danza non doveva raccontare, ma solo “accadere". Il principio dell'aleatorietà è quindi uno degli aspetti fondamentali e innovativi di Merce Cunningham. La casualità diventa l'elemento dominante dei suoi spettacoli, dove la danza e la musica sono scisse, in quanto l’una non deve necessariamente seguire l’altra.
Trovare i limiti della danza” era la teoria di M.Cunningham. Egli ha teorizzato, e praticato la completa indipendenza tra musica e danza.
Tecniche di Danza Contemporanea
Merce Cunningham
Cunningham  fu  un innovatore anche dal punto di vista scenico: utilizzava materiali in movimento, giochi di luce, strutture fisse o mobili, diapositive, spezzoni di filmati. Altra caratteristica erano le sue performance in luoghi alternativi al teatro, separando così il palco dalla platea. Con la sua tecnica anche la concezione di spazio è mutata, non esistono più dei punti principali sulla scena nel rappresentare le coreografie, ma ogni direzione e ogni fronte viene sperimentato dal danzatore, infatti la quarta parete in scena non è mai contemplata. Tutti questi elementi: lo spazio aperto, l’aleatorietà, l’indipendenza dalla musica hanno portato Cunningham a sperimentarne tutte le possibili combinazioni riguardo ai movimenti. Le sue ricerche si sono approfondite anche con l’uso della tecnologia, inserendo la telecamera come elemento attivo della danza, fino ad arrivare all’uso di programmi avanzati per il computer dove poter creare il movimento fornendo al software solamente coordinate spaziali e temporali. Questo gli ha permesso di ricercare un movimento puro nella spazio astratto, privo di gravità. La lezione di tecnica, che prevede un allenamento muscolare intenso e completo, è stato adattato al corpo dei danzatori e comprende inoltre l'inserimento di esperienze che si basano su tutti quegli elementi che, come è stato detto, hanno caratterizzato le ricerche del coreografo americano e che hanno il pregio di aprire la mente dell'allievo a 360°, in quanto richiedono una partecipazione attiva al processo artistico.

Carissimi amici, 
oggi abbiamo percorso un altro stile di tecnica contemporanea, osservandone gli aspetti e i principi fondamentali, nella speranza di avervi fornito altri suggerimenti per la vostra danza.
Vi aspetto sempre qui per i prossimi approfondimenti di tecniche contemporanee.
Un abbraccio.
Laura Conti