Il Metodo Vaganova

Tecnica-di-danza-agrippina-vaganova
Agrippina Vaganova, dopo essersi distinta per i suoi meriti artistici e dopo aver calcato i palcoscenici più famosi del mondo, è diventata celebre anche per aver sviluppato un metodo di insegnamento appunto chiamato Metodo Vaganova. Esso deriva da un'analisi del metodo e della tecnica della vecchia Scuola Imperiale di Balletto russo che coincide con il periodo di massimo splendore dovuto al grande maître de ballet Marius Petipa.
Il metodo Vaganova è il più conosciuto e apprezzato a livello internazionale.
Vaganova perfezionò questo metodo di insegnare l'arte del balletto classico in un programma completo e molto vario.
La tecnica, insegnata da Agrippina diventò uno dei metodi più usati e riconosciuti in tutta la scuola coreografica russa e oggi è tra quelli più seguiti in tutto il mondo.
Questo metodo è basato tra la fusione dello stile francese con quello italiano. Grazie ad stesso si  sviluppa una tecnica virtuosa per l’importanza che viene data all’intero corpo, che è l’origine di tutti i movimenti del ballerino. Attraverso questa base solida e forte, l’esecuzione dei movimenti diventa più facile e si acquisisce una maggiore coordinazione, armonia ed espressività artistica.
Il metodo basato su regole ben precise, è quello usato dai principi scritti nel suo testo “I principi fondamentali della danza classica” che nascono da un’ accurata  riflessione e dallo studio critico dell’impostazione del Metodo Cecchetti e di altri maestri francesi, danesi e svedesi.
Proprio l’esperienza di questo lavoro portò Vaganova a trascrivere  un programma didattico basato sul continuo confronto con la pratica. La nuova interpretazione e la rivalutazione di alcune convenzioni portarono allo stile della scuola sovietica  una maggiore coordinazione e armonia di movimento.
Uno dei meriti attribuito a Vaganova è stato quello di poter analizzare in modo ben dettagliato e nei singoli elementi tecnici tutti i passi di una forte tradizione accademica, elaborando così un programma di esercizi composto da un crescendo di difficoltà tecnica e di complessità nelle combinazioni, per poter assicurare così uno studio graduale e privo di rischi per gli allievi anche in relazione all'età e allo sviluppo psico-fisico. Grazie a questa elaborazione esauriente il metodo Vaganova è diventato una base e un punto di riferimento sicuro per gli insegnanti.
Vaganova ha sempre preso molto in considerazione tutta la parte espressiva dei movimenti, sottolineando che tale attenzione mancava nella scuola italiana che invece si basava per lo più sul movimento scattante e virtuoso. La pratica, l’esercizio e il continuo superare gli ostacoli tecnici divennero uno dei punti base per una corretta manifestazione e comunicazione della parte  espressiva ed emotiva.
Il percorso completo di un danzatore attraverso il metodo Vaganova prevede un programma di 8 anni accademici, durante i quali vengono insegnati agli allievi tutti i movimenti e i passi previsti  con precisione.
Oltre alla  Russia e ai paesi dell'Est, viene utilizzato in Cina (Balletto Nazionale di Beijing) e a Cuba. In Italia, il metodo Vaganova è adottato dall’Accademia Nazionale di Danza di Roma, dalla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e nella maggior parte delle scuole private.
Tra gli allievi della Vaganova ricordiamo le ballerine sovietiche Natalya Dudinskaja, Marina Semënova, Galina Ulanova, Olga Lepešinskaja e Majja Pliseckaja. Alcuni dei graduati dell'Accademia Vaganova sono considerati le più alte personalità del balletto.
Tra queste troviamo Rudolf Nureyev, Irina Kolpakova, MikhailBaryshnikov, Natalia Makarova, Yuri Soloviev, Altynai Asylmuratova ( attuale Direttrice della Scuola), Diana Vishneva e Svetlana Zakharova.
La tecnica Vaganova ha il potere di incantare l'occhio di qualsiasi spettatore, forse ancora di più l'occhio di chi quell'insegnamento lo ha studiato come me agli inizi del mio percorso.

Se vuoi leggere la Biografia di Agrippina Vaganova Clicca Qui 

Acquista il libro La scuola Russa di danza classica Metodo Vaganova