Le contratture muscolari

Medicina della Danza
Con il termine contrattura intendiamo un aumento involontario e continuativo del tono muscolare che può durare dai 3 ai 7 giorni. La contrattura viene considerata la lesione muscolare più semplice.
I sintomi della contrattura si presentano con la sensazione che il muscolo si opponga all'allungamento rimanendo contratto, il dolore lo possiamo avvertire anche palpando la zona interessata. La comparsa di questi sintomi avviene con una distanza di 8 /24 ore.

Le fibre muscolari contratte restano sane, ma non si esclude che il muscolo interessato possa presentare piccole lesioni di alcune fibre muscolari. Ma quali sono le cause più comuni per le contratture?
Possiamo dire che le cause precise su come si manifesti la contrattura non sono ben stabilite, certamente tutto ciò è dovuto ad uno sforzo non adeguato al grado di allenamento.
Si possono ipotizzare alcuni fattori tra i quali troviamo :
  • riscaldamento insufficiente
  • una condizione di fatica
  • problemi anatomici come asimmetria degli arti
  • difetti posturali
  • indebolimento di alcune fasce muscolari
  • squilibri prodotti dall'allenamento (ad esempio un potenziamento fatto male)
Se questo problema si manifesta con un’eccessiva frequenza o se i sintomi del post contrattura non scompaiono dopo 10 giorni di trattamento, il nostro consiglio è quello di rivolgersi ad un fisioterapista o ad un massaggiatore esperto, che possa valutare la presenza di un'eventuale sindrome miofasciale. Si nota che anche una lesione come una banale distorsione potrebbe provocare una contrattura muscolare, se ciò accade la soluzione del problema deve coinvolgere la struttura articolare e quella muscolare

Vediamo ora quali sono i trattamenti da eseguire:

Appena compaiono i sintomi da contrattura, è bene fermare tutte le attività che provocano fastidio o dolore intenso nella zona interessata.
Se constatiamo un dolore da semplice contrattura, allora un po’di riposo (in genere una settimana) ci permetterà di riprendere in modo ottimale le nostre attività.
Se vogliamo velocizzare i tempi di recupero, il modo migliore è quello che permette alla muscolatura di distendersi senza provocare lesioni, in questo modo migliorerà anche il tono muscolare.
Come dicevamo prima, non è possibile definire in modo esatto la causa della contrattura, così diventa più difficile ipotizzare dei rimedi validi per ogni tipo di situazione, ma ce ne sono alcuni molto efficaci e tra questi troviamo:
- i massaggi che devono essere eseguiti solo da medici veramente esperti in questo problema.
- esercizi di mobilità attiva cioè che non provochino dolore e disagio, essi vengono preferiti ad uno stretching passivo che in alcuni casi in presenza di lesioni potrebbe far peggiorare il problema.
- con dei farmaci miorilassanti e decontratturanti
- attraverso dei cicli di contrazione e rilasciamento in cui viene fatto raggiungere al muscolo un grado di allungamento massimo, senza spasmo e senza dolore. Questo esercizio di allungamento-contrazione andrebbe eseguito dalle 3 alle 5 volte ( sempre sotto controllo medico)
- con l’elettrostimolazione

La somministrazione dei farmaci andrebbe fatta solo se la contrattura è associata a un dolore muscolare particolarmente intenso.
La contrattura è dunque un semplice infortunio di lieve entità che si risolve in breve tempo e i problemi possono nascere nel caso di trattamenti errati o diagnosi sbagliate.
Per terminare, ci sentiamo di dire che per prevenire questi problemi è sempre bene fare degli sforzi in base al nostro grado di preparazione fisica e come dico sempre di effettuare un buon tipo di riscaldamento prima di affrontare una lezione o uno spettacolo.
Buona Danza a tutti!