Biografia di Maguy Marin


I grandi Coreografi
Maguy Marin nasce il 2 giugno del 1951 a Tolosa. Terminati gli studi al Conservatorio inizia un tirocinio con Nina Vybourova e collabora con l'Opéra di Strasburgo. Ma il successo per lei arriva quando entra a far parte della scuola di Maurice Bejàrt e  insieme a Micha Van Hoecke crea una compagnia di giovani talenti. Successivamente entra a far parte della Compagnia di Bejàrt nel Ballet du XX Siécle. Nel 1976 firma la sua coreografia intitolata YU-KU-RI, che la fa approdare direttamente sulla scena francese della danza. Riceverà diversi premi internazionali. In seguito insieme a Daniel Ambash, forma una sua compagnia, il Ballet-Théâtre de l'Arche. Tra il 1978 e il 1979, dopo un importante riconoscimento al Concorso Internazionale di Bagnolet, la sua compagnia prende parte a ben 50 rappresentazioni in Europa, contando sull' appoggio del Ministero della Cultura francese. Maguy Marin crea diverse altre coreografie tra cui Week-end au Paradis, Contrastes, Dumberton, Oaks Yoddle. Il suo lavoro continua con la creazione di 3 atelier presso il Centre Georges Pompidou, che ne decretano un successo straordinario culminato nel 1981 da May B, basato su un'opera di Samuel Beckett. Tutt'oggi questo spettacolo ha raggiunto più di 480 rappresentazioni in tutto il mondo.
Nel 1983, il Ministero della Cultura consegna a Maguy il Gran Premio Nazionale per la Coreografia e nell'anno successivo la Compagnia prenderà il nome di Compagnia Maguy Marin. Nel 1990 nasce un nuovo Centro Coreografico Nazionale, mentre nel 1998 Maguy Marin lascerà la città trasformando Rillieux-la-Pape, in un nuovo polo culturale che ha per obiettivo l'unione di musica, danza, teatro e arti plastiche.
La compagnia è ancora molto attiva e vanta la realizzazione di ben 28 opere coreografiche.
Tra le più recenti possiamo trovare Points de Fuite del 2001, Les applaudissements ne se mangent pas del 2002  insieme ad una serie di tournée che hanno toccato più di 30 paesi nel mondo.