Il New York City Ballet a Bassano del Grappa


Spettacoli a Bassano del Grappa
Ad Agosto a Bassano del Grappa è andato in scena Principals of New York City Ballet a cura di Daniele Cipriani. Lo spettacolo era inserito nel ricco cartellone di Operaestate Festival Veneto, la lunga rassegna estiva promossa dal Comune di Bassano del Grappa con la Regione del Veneto e le altre città palcoscenico, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le Province di Vicenza, Padova e Treviso e le aziende del Club Amici del Festival.
L'eccezionale serata di danza ha visto in scena alcuni fra i più brillanti Principals di questa prestigiosa Compagnia.  Le stelle del New York City Ballet presenteranno uno spettacolo di danza dedicato interamente a George Balanchine, coreografo che ha firmato alcune delle pagine più importanti nella storia del balletto del XX secolo.
 La serata si è aperta con Apollon Musagète, una delle creazioni più affascinanti di George Balanchine, la cui trama è centrata sull’incontro, mitologico, tra Apollo, il dio protettore delle Arti, e le tre muse Calliope, Polimnia e Tersicore, rispettivamente protettrici della poesia e dei suoi ritmi, della mimica, della danza. Nel ruolo di Apollo si è potuto ammirare il ballerino spagnolo Gonzalo Garcia, è seguito poi il celeberrimo Tchaikovsky pas de deux interpretato da Megan Fairchild e Joaquin De Luz, i quali hanno dato corpo alla splendida partitura di Tchaikovsky.
Dopo un breve intervallo Diamonds pas de deux tratto dal balletto Jewels, Agon, Stars and Tripes. E' stato un grande momento di danza, contrassegnato da grande lirismo e pura tecnica, secondo lo stile Balanchine. A completamento della serata seguirà Who Cares?
Questa serata ha portato dunque alla memoria alcuni dei lavori più importanti del coreografo russo. Allo stesso tempo ha richiamato l’attenzione su una delle compagnie di danza più importanti a livello mondiale, il New York City Ballet, da lui stesso creata, attraverso alcuni dei suoi 
Spettacoli a Bassano del Grappadanzatori più in vista. Protagonisti della serata, oltre alle meravigliose coreografie, sono stati i danzatori Tyler Angle, Ashley Bouder, Joaquin DeLuz, Megan Fairchild, Gonzalo Garcia, Megan Lecrone, Amar Ramasar, Ana Sophia Scheller, Andrew Veyette.
Se volessimo contare le compagnie di danza “storiche” la cui fama ha raggiunto la leggenda, in cima alla lista ci sarebbe il New York City Ballet, a pari merito solo con poche altre. Tra le fila del New York City Ballet, si sono contati, nei suoi sessantadue anni di vita, danzatori leggendari. Ancora oggi la fama della Compagnia è data dalla altissima qualità artistica dei suoi esponenti, impeccabili per tecnica. I Pincipals del NYCB in particolare sono virtuosi e raffinati interpreti.
Daniele Cipriani, curatore di numerosi Gala di danza e balletto nazionali e internazionali fra i quali: Taormina Arte, “Mittelfest, Ravello Festival e all’estero come al Teatro Cervantes di Malaga e al Teatro Nazionale di Addis Abeba, è anche direttore artistico del prestigioso Premio Positano per la danza dal 2011 insieme a Franco Zeffirelli, ed ideatore e curatore per il Positano Myth Festival dello spettacolo Apollineo e Dionisiaco tenutosi sull’isola di Li Galli, che ha offerto al pubblico, per la prima volta nella storia, uno spettacolo di danza sull’isola appartenuta a Léonide Massine e Rudolf Nureyev