Raymonda


i grandi balletti
Raymonda è un balletto originariamente creato con 3 atti e 4 scene, creato da Marius Petipa, considerato uno dei più grandi maitre de ballet dei Teatri Imperiali di S. Pietroburgo.
Le musiche vennero composte da Alexander Glazunov. Il balletto fu rappresentato per la prima volta il 7 gennaio del 1898 al Teatro Mariinsky di S. Pietroburgo. Questa nuova opera venne rimessa in scena diverse volte dopo la prima rappresentazione, e le produzioni considerate più importanti furono quelle  di : Mikhail Fokine per i Ballet Russes nel 1909, poi.....
successivamente da Anna Pavlova nel 1914, dal grande George Balanchine e Alexandra Danilova per i Ballet Russe de Montecarlo nel 1946, da Rudolf Nureyev per il Royal Ballet nel 1964, per la Compagnia American Ballet Theatre nel 1975 e in seguito anche per l’Opéra di Parigi nel 1983, anche Mikhail Baryshnikov creò un allestimento per L’American Ballet nel 1980, ci fu anche la versione di Yuri Grigorovich per il Bolshoi Ballet nel 1984, per la Compagnia Dutch National Ballet nel 2005.
Il balletto viene considerato famoso soprattutto per il Grand Pas Classique Hongroise che si trova nel 3° Atto. Alcune volte quest’ultimo atto viene rappresentato al di fuori del balletto stesso soprattutto nelle serate di Gala o per i concorsi.

1° Atto
Sono pronti i festeggiamenti per il compleanno di Raymonda con il siniscalco che prepara la cerimonia. Alcuni cavalieri tirano di scherma mentre altri suonano delle viole.
C’è una grande aria di festa e le damigelle eseguono le loro danze. Sulla scena fa il suo ingresso la contessa Sibilla, zia di Raymonda, la quale rimprovera tutto questo grande baccano, ma non viene ascoltata. Allora la contessa richiama l’attenzione sulla statua della donna Bianca, che si dice punisca coloro che trasgrediscono alle tradizioni di famiglia. Ma i giovani non credono a questa leggenda della contessa e continuano a danzare.
Uno squillo di tromba e il siniscalco annunciano l’arrivo di una lettera di Jean de Brienne, promesso sposo di Raymonda. La fanciulla legge la lettera e comunica a tutti che il suo sposo rientrerà dalla guerra. Ma arriva un cavaliere saraceno di nome Abderan che lascia la contessa e Raymonda molto stupite per l’arrivo inatteso. Il cavaliere viene accolto benevolmente insieme a tutto il suo seguito di fedeli.
Il cavaliere Abderam si dichiara a Raymonda offrendole doni, ma la fanciulla rifiuta indispettita
La contessa invita il cavaliere ad unirsi a loro per i festeggiamenti che inizieranno e lui accetta solo con l’intento di conquistare Raymonda.
La festa ha così inizio ed è ricca di invitati e danze meravigliose. Finita la festa e congedati gli ospiti, Raymonda resta sola insieme ad altre amiche e alcuni cavalieri che danzano sulle note di una liuta. Raymonda ormai stanca decide di riposarsi mentre tutti gli altri si addormentano. Vedendo la statua della donna Bianca animarsi e scendere dal suo piedistallo, la fanciulla resta sorprea. La donna la conduce terrorizzata nel giardino a magicamente le fa vedere una visione del suo amato sposo, nel quale la fanciulla si getta tra le sue braccia, ma la visione cambia e Raymonda finisce con il trovarsi tra le braccia di Abderam che continua con il suo corteggiamento.
Raymonda prega la donna Bianca di soccorrerla mentre si sta dimenando in una lotta d’amore, ma Abderam la uccide e tutto svanisce nel nulla.
All’alba le damigelle con i paggi cercano Raymonda per tornare al castello.

2° Atto
i grandi ballettiSquilli di trombe annunciano l'arrivo degli ospiti per la festa. Arriva anche  Abderam, Raymonda lo riconosce e così prega il siniscalco di non farlo entrare, ma la contessa decide di accoglierlo nel rispetto delle tradizioni. Abderam  approfitta e inizia a corteggiare la fanciulla, tentando di raggirarla in tutti i modi, ma lei lo respinge ancora una volta, fino a quando il Re e De Brienne fanno ritorno. Il malvagio saraceno allora offre del vino nel quale ha versato un filtro che farà ubriacare tutti gli invitati. Appena il suo piano riesce ordina ai suoi servitori di rapire Raymonda. Finalmente l’arrivo di De Brienne mette fine a tutto ciò e Raymonda viene liberata. Il giovane sfida a duello il saraceno, ma all’improvviso appare  nuovamente la Donna Bianca e Abderam viene colto da un torpore e questo permette a De Brienne di uccidere il saraceno. Così il Re può finalmente benedire l'unione tra i due giovani innamorati.

3° Atto
E’ il giorno della festa per le nozze tra Raymonda e De Brienne. Inizia così la processione che vede arrivare tutti i nobili con i loro seguiti ed infine fanno la comparsa i reali insieme ai due sposi
La festa  ha inizio con le varie danze tra cui quella ungherese per poi continuare fino al galoppo finale nel quale sono coinvolti tutti gli ospiti. I due giovani innamorati possono finalmente coronare il loro sogno d’amore.

Se vuoi vedere il Pas de deux dal 3°Atto del balletto Raymonda Clicca Qui