Biografia di Eugenio Scigliano


Nato a Cosenza nel 1968, inizia gli studi di danza con Maestri provenienti dall’Opera di Bucarest come Cecilia Covaci, Ilie Suciu Alecu Marin. Successivamente si perfeziona alla Scuola del Balletto Nazionale del Canada, a Toronto. Al suo rientro in Italia debutta nel Balletto di Toscana nel 1986, interpretando ruoli importanti in tutte le produzioni della Compagnia,divenendone elemento di spicco. Nel 1992-93 lascia momentaneamente il BdT per seguire un'esperienza professionale nella Compagnia dell' English National Ballet dove interpreta come solista balletti come : 
Lago dei Cigni della Struchkova,
Sphinx di Tetley.
 Rientrato nel BdT prende parte come protagonista nelle creazioni dei coreografi più importanti del panorama italiano come Mauro Bigonzetti, Fabrizio Monteverde e Virgilio Sieni, nonchè in quelle di importanti coreografi europei come Hans Van Manen, Angelin Prejocaj, Wubbe, Gelabert, Christiee Bruce. Nel 1994 ottiene il Premio Danza & Danza quale migliore danzatore italiano. A metà degli anni ’90 ,su invito di Cristina Bozzolini, crea le sue prime coreografie tra le quali : 
  • Passaggio su musiche di Bach,
  • Quasi una fantasia su musiche di H. Gorecki,
  • Noon’ su musiche di E.Serra,
  • Grief su musiche di R.Sakamoto.

Terminata l’esperienza con il BdT, nel 2001 viene invitato da Mauro Bigonzetti ed entra a far parte dell'Aterballetto, partecipando come solista alla ripresa del repertorio della compagnia ed alla messa in scena delle coreografie di Bigonzetti e William Forsythe. Per la Compagnia emiliana crea nello stesso anno la coreografia Blue su musica di A.Part. Conclusa la sua esperienza di danzatore, nel 2004 si dedica interamente alla coreografia ed all’insegnamento. Sarà impegnato nella Scuola del BdT a Firenze e nello stesso anno invitato dal direttore Paolo Mohovic, crea per il Balletto dell'Esperia Metamorfosi notturne su musiche di G.Ligeti. In seguito riallestisce Noon per il Balletto di Roma e crea per il Gruppo Versilia Danza un brano dal titolo Waiting for white visions su musiche di A.Part. Nel 2005 per lo Junior BdT coreogafa il balletto Shabby su musiche di A.Part, e nel 2007 un doppio passo a due Dust con le musiche di F.Chopin. Nel Marzo
2008 una nuova scrittura coreografica del balletto Jeux, su musiche di Claude Debussy, nel
programma Sulle trace di Diaghilev co-prodotto dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emila. La sua ultima creazione è Casanova, per l’Aterballetto.