Il Tango e i suoi stili 2°parte

danza, storia, news
Il Tango è un ballo completamente libero, che non presenta mai coreografie predefinite. Generalmente ogni danza presenta alcune figure di base che si ripetono in maniera alternata con l'aggiunta di alcune varianti.
Ma vediamo ora alcune figure del tango:
La Salida basica presenta solo una combinazione di passi, che in genere si usa per iniziare a ballare
Poi troviamo altre figure come Ocho adelante, Ocho atràs, Mordida, Medialunga. Tutte queste figure vengono intrecciate e combinate insieme dando origine ad una sola figura, che non si ripete mai uguale.
La coppia mentre danza prende ogni volta una direzione diversa mantenendo però un giro in senso antiorario. Per evitare scontri con altre coppie, durante le esibizioni vengono decisi sul momento i passi da eseguire.
Come dicevamo il tango è composto da moltissime sensazioni ed emozioni, bisogna percepirlo nell'intimo. Le altre danze come il valzer e la polka presentano un loro codice definito per quanto riguarda la musica, il ritmo e la combinazione dei passi, mentre nel tango si presentano sempre sfumature diverse sia nella musica che nelle canzoni, quindi passare da una melodia ad un'altra comporta una nuova condizione emotiva.
Il Tango argentino che viene anche definito come tango fantasia, non si presenta solo come una danza, infatti i tangueros lo alternano anche con la Milonga e l'Alvas.

Il Canyengue, è forse lo stile più antico del Tango Argentino, nacque fin dal 1930 circa e le sue caratteristiche sono una postura chiusa con una posizione a forma di V e le ginocchia flesse.
I passi in questo stile sono corti e hanno un ritmo staccato. Le donne utilizzano degli abiti molto aderenti e lunghi.
Un altro stile considerato tra i più antichi di questa danza è l'Orillero. La sua origine deriva dalle strade, ma precedentemente non era uno stile accettato nelle sale di tango. Generalmente per via dei suoi passi difficili, viene ballato in una posizione chiusa.
La Milonga presenta un tempo musicale molto veloce rispetto al tango, che invece ha un ritmo più tranquillo e lineare. Essa è considerata briosa, fatta di figure semplici come una camminata che si spezza di continuo.
Si può ballare anche senza eseguire le prese classiche, come ad esempio tenendo unita la fronte a quella del proprio partner, mentre le mani si tengono dietro. Questo stile, venne attribuito alla cantante Tina Merello, la quale per ovviare ad una scucitura del vestito improvvisò questo figura. Nella Milonga, le parti superiori del corpo sono continuamente in contatto fra di loro e l'equilibrio viene mantenuto da entrambi i danzatori senza variare la posizione. Una delle figure classiche viene chiamata Ocho cortado.
Un altro stile del tango è il Vals, che si basa sul ritmo del valzer viennese mantenendo i passi del tango. Si può chiamare anche Vals cruzado per via dei continui cambiamenti di direzione che esegue la coppia.
Il Salon o Tango de Salon, invece viene eseguito con una posizione aperta in maniera leggera, mentre i danzatori restano al centro ponendosi sul lato destro del partner.
Questo stile si basa sulla ronda, e i tangueri eseguono spesso delle voltas aprendo così la loro posizione.
Il Nuevo Tango comporta una posizione aperta.I danzatori mantengono il proprio equilibrio e quando eseguono le voltas fanno anche dei cambi di direzione.
Un altro stile è la Fantasia o Show Tango. Viene così chiamato perché è un tango di scena che viene eseguito con una posizione aperta e i suoi movimenti sono molto ben decisi.

Tango Argentino Trio Pantango Tango Argentino

Trio Pantango

Compralo su il Giardino dei Libri