Onegin


I grandi balletti
Onegin è un balletto composto da tre atti e sei scene, su musiche di Kurt Heinz Stolze, prese da brani di P.I. Ciaikovskij con le coreografie affidate a John Cranko. La storia si basa sul famoso romanzo in versi scritto da Alexander Puskin tra il 1799 e il 1837. L'autore era un caro amico di Ciaikovskij. La prima del balletto venne rappresentata il 13 Aprile del 1965 a Stoccarda, e i principali danzatori furono Marcia Haydée, Ray Barra, Egon Madsen e Ana Cardus.
Questo balletto, fa parte dei balletti così detti narrativi, che hanno contribuito ad arricchire il repertorio classico della seconda parte del Novecento.

Onegin è stato ripreso da molte delle più importanti compagnie del mondo: Balletto dell’Opera di Stato di Monaco (1972),  Australian Ballet (1976), Balletto Reale Svedese (1976), English National Ballet (1983), Hamburg Ballet (1984), National Ballet of Canada (1984), Balletto Reale Danese (1989), La Scala di Milano (1993), Teatro dell'Opera di Roma (1996), American Ballet Theatre (2001), il Royal Ballet (2001).

1° Atto
Nella prima scena, Tatjana e Olga si ritrovano a danzare con alcune loro amiche. Le ragazze sono felici e fanno un gioco, la ragazza che si guarderà allo specchio potrà vedere il volto del suo amato. Per Olga, il desiderio viene avverato, infatti la ragazza vede il volto del suo amato, il poeta Lenskij, mentre la sorella Tatjana vede il giovane Onegin. Il ragazzo che si trova a S. Pietroburgo viene portato nella casa della vedova Larin da Lenskij e viene presentato a Tatjana, la quale si innamora subito di lui. Il giovane è un aristocratico annoiato e molto ricco. Nella notte Tatjana si trova a pensare a lui e decide di scrivergli una lettera, manifestandogli tutto il suo amore, anche se il giovane le è quasi sconosciuto. Addormentandosi, Tatjana in sogno vede nello specchio il volto di Onegin che le rivela di essere innamorato di lei.


2° Atto

Si festeggia il compleanno di Tatjana, gli ospiti arrivano insieme a Lenskij e Onegin. Tatjana è molto emozionata e spera di ricevere un gesto da parte del giovane Onegin, che le faccia capire che ha letto la sua lettera.
Ma Onegin infastidito dalla corte della ragazza così sincera, strappa la lettera proprio davanti a Tatjana. La ragazza resta profondamente delusa dal gesto, ma lo è ancora di più quando Onegin inizia a fare la corte alla sorella Olga. Lenskij accecato dalla gelosia decide di sfidare a duello Onegin. Nella casa dei festeggiamenti c'è anche il Principe Gremin che assiste a questa tragedia. Le due sorelle implorano Lenskij di rinunciare a questa sfida tra i due e anche Onegin si mostra favorevole alla riconciliazione. Ma Lenskij ancora incapace di accettare questo affronto decide di sfidare Onegin, il quale nel duello lo uccide.

3° Atto

I grandi ballettiPassati dieci anni da questa vicenda, Tatjana è diventata la moglie del Principe Gremin. Mentre si svolge un ballo, all'improvviso appare Onegin completamente devastato per le delusioni nella sua vita. Il giovane intravede Tatjana e si rende conto di aver lasciato andare l'unico amore veramente sincero della sua vita. Ma stavolta è la Principessa a non volerne sapere più nulla di lui. Onegin si fa annunciare grazie ad una lettera che le ha scritto, ma Tatjana non vuole vederlo e nonostante abbia chiesto al Principe di non lasciarla da sola quella sera, la Principessa non viene ascoltata.
Onegin incontrandola le dichiara finalmente tutto il suo amore, ma Tatjana pur lottando ancora con i suoi sentimenti, strappa la lettera di Onegin rendendosi conto che l'amore dichiarato dal giovane è arrivato troppo tardi, e gli ordina di non cercarla mai più.

Leggi anche: Esmeralda - Lo Schiaccianoci