Compagnia Junior Balletto di Toscana

compagnie di danza
La Compagnia Junior Balletto di Toscana è stata fondata da Cristina Bozzolini e oggi è considerata uno dei maggiori Enti in Toscana per la formazione di danzatori sia di classico che di contemporaneo. Questa Compagnia è riconosciuta dalla Regione Toscana ed ha iniziato la sua ascesa nel 2005.
Nel gruppo operano danzatori tra i 16 e i 21 anni di età molto talentuosi e ben preparati, frutto dei corsi di formazione professionali tenuti all' interno della Scuola del Balletto di Toscana.
La Scuola è stata fondata negli anni '70 con un carnet di suoi 100 ex allievi, docenti e professionisti in prestigiose Compagnie sia in Italia che all'estero. Lo staff dei ballerini che compongono questa Compagnia è ben selezionato e in grado di riempire le platee di ogni teatro competendo con le altre programmazioni dei vari Enti italiani. Questi ragazzi con il passare del tempo sono riusciti tutti a trovare lavoro in importanti compagnie sia sul territorio che all'estero. Il lavoro svolto dal JBdT, ripercorre il percorso di ben 15 anni di storia della danza tenuto dalla famosa Compagnia del Balletto di Toscana, guidata sempre dalla Bozzolini. I balletti trovano spazio per un linguaggio nuovo ed espressivo passando dal neo-classico al contemporaneo, fino ad arrivare all'hip hop. La Compagnia si avvale sempre di coreografi di fama e grande pregio quali Silvia Chirico (maitre de ballet della compagnia), Mauro Bigonzetti, Eugenio Scigliano, Francesco Nappa, Cristina Rizzo, Fabrizio Monteverde, Michele Merola, Arianna Benedetti ( coreografa, docente e coordinatrice della sezione modern – contemporanea all'interno della Scuola), Eugenio Buratti. Il Junior BdT si esibisce spesso al Teatro Rifredi di Firenze, in diversi Festival e in moltissime regioni italiane. Dal 2007 al 2008 nasce un importante collaborazione per quanto riguarda i programmi di alta formazione e perfezionamento per i danzatori, con la Fondazione Nazionale della Danza e la Compagnia Aterballetto di Reggio Emilia. Nel 2008 commissionato dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, il Junior BdT debutta con lo spettacolo Sulle tracce di Diaghilev con le coreografie di Eugenio Scigliano che ha creato Jeux, Lo Spettro della Rosa di Fabrizio Monteverde e La Sagra della Primavera coreografato da Cristina Rizzo, ottenendo un grande successo anche in altri Teatri italiani. Poi nel 2009-2010 viene messo in scena il duetto maschile intitolato Il filo di Arianna per il Teatro Toniolo di Mestre, il balletto si ispira al mito di Teseo e il Minotauro sempre coreografato da Arianna Benedetti. La musica di cui si è avvalso lo spettacolo è stata composta da batteria elettronica suonata dal vivo da Federico Bigonzetti. La Compagnia in seguito è stata invitata in Festival e rassegne europee in cui hanno partecipato Il Nederlands Dans II, Le Jeune Ballet de Quebec, Il Balletto Junior de Genéve e La Compania Nacional de Danza II. Nello stesso hanno si è visto anche il lavoro di Francesco Nappa dal titolo Cromatismi al Teatro della Fonderia di Reggio Emilia. Questo coreografo di grande spessore artistico ( già solista nel Ballet di Montecarlo e nel Nederlands Dance Theatre) ha firmato anche le musiche, le luci e i costumi. Il gruppo ha ricevuto il Premio Danza e Danza 2009, attestando così il suo riconoscimento come Compagnia simbolo della Regione Toscana. In seguito è stato creato il primo balletto a serata intera con una coreografia ispirata alla quartina di Lorenzo il Magnifico che ha visto Arianna Benedetti e Eugenio Scigliano protagonisti di queste splendide coreografie. Infine troviamo una nuova edizione del Balletto Coppelia con la regia e la coreografia di Fabrizio Monteverde che ancora una volta consolida la Compagnia dimostrando maturità e innovazione all'interno del panorama ballettistico sempre accolta da grande afflusso di pubblico e ottime critiche .