Excelsior


i grandi balletti
Ballo Excelsior è uno dei balletti considerati mimici di Luigi Manzotti, con musica di Romualdo Marenco. La prima di questo balletto andò in scena al Teatro alla Scala di Milano l'11 Gennaio del 1881. Il balletto comprendeva 6 parti con 11 quadri ed è basato sull'idea della società di fine ottocento e sul trionfo della scienza. Nel balletto vengono esaltate la grandi opere del periodo e infatti ritroviamo il piroscafo, la pila di Alessandro Volta, il canale di Suez e la lampadina di Thomas Edison. Per questo lavoro vennero anche impiegati grandi mezzi, come effetti speciali ed un corpo di ballo di circa quattrocentocinquanta elementi. All'epoca ci furono molti pareri favorevoli sulle testate giornalistiche come il Corriere della Sera che descrisse questo balletto come un trionfo e una festa molto ricca.
Lo spettacolo restò in scena per ben 103 serate consecutive. In seguito dopo essere stato rappresentato a Milano, il balletto iniziò a calcare altri palcoscenici nel mondo, riscuotendo sempre un grande successo, specialmente a Parigi nel 1895. Successivamente nel 1913, venne trasformato in un film con la regia di Luca Comerio. Il balletto restò sulle scene fino a quando scoppiò la prima guerra mondiale e nel 1967 venne realizzata una nuova versione molto più moderna e con meno elementi in scena per il Maggio Fiorentino con le coreografie di Ugo Dall'Ara. Verso la fine del secolo approdò anche a Roma all'Accademia Nazionale di Danza nel 1997 e poi al Teatro Eliseo. Nel 2000 la Scala di Milano in occasione del nuovo millennio, ha riallestito una nuova rappresentazione che ha visto protagonisti Roberto Bolle e Massimo Murru insieme a Isabel Seabra. Lo spettacolo ha avuto anche una tournée fortunata all'Opéra di Parigi.

1° Atto
La scena si svolge in Spagna, il Genio delle tenebre ha fatto prigioniera una bellissima donna è Luce il progresso, e il Genio si vede sconfitto dall'Oscurantismo. Immediatamente le catene si spezzano e la testa della donna si illumina facendo trionfare ancora una volta la Luce che fa vedere all'Oscurantismo il regno dei geni insieme alle opere che civilizzano il mondo. Appaiono i simboli della scienza, della civiltà, della forza, delle arti, della gloria, delle invenzioni e dell'agricoltura.
Cambia la scena che si svolge ora in un villaggio a Brema. In una taverna un oste con la moglie aspettano trepidani il ritorno del figlio Valentino che ha trionfato con i suoi amici. Valentino e la sua fidanzata Fanny, danzano per festeggiare i vincitori. Il capo dei rematori sfida nuovamente Valentino per il giorno dopo, in cui remeranno da soli e Valentino perderà. Uno strano uomo che si trova sdraiato sulla riva del fiume ride di questa sconfitta ( è L'oscurantismo), che avvisa i rematori che sul fiume c'è un battello guidato da delle forze infernali. Il battello che è un' invenzione di Denis Papin vienne assaltato dai rematori che lo distruggono e Papin si aggrappa alla Luce che è fuoriscita dal fiume per salvarlo. La Luce, fa vedere a Papin i trionfi della sua scoperta, infatti a New York sul mare si trova un battello a vapore che naviga veloce. Così l'Oscurantismo perde nuovamente sul Progresso.
Nel suo laboratorio, Alessandro Volta dubita della sua scoperta che non riesce a far funzionare perfettamente. Ma improvvisamente Volta unisce i due fili elettrici e si manifesta una scintilla, allora lo scenziato fa vedere al suo nemico il trionfo della scienza.

2° Atto
i grandi ballettiIn questa scena che si svolge nel deserto una carovana di persone viene travolta da un vento chiamato simun, che porta via tutto e li fa sparire nell'oscurità. Una banda di ladri che voleva derubare la carovana viene travolta insieme alla carovana, è la manifestazione delle forze della natura. L'oscurantismo continua a gioire di tutto ciò, ma ecco che la Luce appare indicando una strada in cui gli uomini potranno arrivare alle loro mete senza trovarsi nei pericoli del deserto.
Si apre la scena su un grande canale : è quello di Suez dove le persone civilizzate si sono ritrovate. Questo fa parte di un' altra scoperta del Progresso. Tutti gli uomini provenienti da varie parti nel mondo danzano e festeggiano, finchè arrivata la sera la Luce fa la sua comparsa. L'Oscurantismo assiste pieno d'ira alla gloria della Luce e di tutte le scoperte avvenute nella civiltà, insieme a quella del tunnel del Monte Cenisio che vede riunirsi i minatori italiani con i camerati francesi dopo lo scoppio di una mina che fa crollare la barriera. Il Genio delle tenebre è sconfitto e quando la Luce fa spalancare la terra egli cade all'interno. Il balletto si conclude con una grande apoteosi che vede la scienza, la fraternità, il progresso e l'amore festeggiare per un presente, ma anche per un futuro che dovrà venire.