La Scoliosi: cause, domande e terapie


medicina della danza, sport, salute, ortopedia
La scoliosi è considerata una patologia irreversibile della nostra colonna vertebrale. Le sue caratteristiche sono ben visibili da una deviazione sul piano frontale. Questa deviazione fa si che le vertebre abbiano un' inclinazione laterale portando l'asse di gravità spostato verso il lato della concavità. Questo genera una rotazione compensativa verso il lato opposto tentando così di riportare la gravità al centro. Inoltre questa rotazione causa un'asimmetria costale con conseguente deformazione della gabbia toracica. Generalmente la scoliosi è formata dalla presenza di una curva principale e da una o più curve di compenso.
 Da sottolineare che la scoliosi  non deve essere confusa con l'atteggiamento scoliotico, che invece è una patologia reversibile con cause diverse.

La scoliosi viene classificata in:

  • congenita
  • acquisita
  • idiopatica, cioè di origine sconosciuta.

La scoliosi di tipo congenito si riferisce a un'anomalia dello scheletro a livello della colonna vertebrale o delle coste.
Mentre la scoliosi acquisita può derivare da lesioni di tipo traumatico o infiammatorio, oppure può manifestarsi con lesioni di tipo neuromuscolare come la poliomielite, la sclerosi a placche ecc.
Molto più frequeste è invece la scoliosi di tipo idiopatico, di cui ancora non si conoscono le cause  Come ipotesi sono state formulate alcune alterazioni di tipo neuromuscolare, genetico, biochimico, metabolico, di sviluppo, dell'accrescimento e dell'organo dell'equilibrio.

Ma quali soggetti colpisce in genere la scoliosi?
La scoliosi può colpire  entrambi i sessi, ma tendenzialmente sono le donne ad esserne più interessate (circa il 70-80% di casi). La causa potrebbe essere attribuita al fatto che le donne presentano uno sviluppo più scarso rispetto a quello degli uomini.

Come è possibile riconoscere questa patologia? 
Come dicevamo all'inizio bisogna fare attenzione a non confondere la scoliosi con l'atteggiamento scoliotico. Noi, ci sentiamo di dire che questa distinzione deve essere sempre diagnosticata da un medico specialista che di sicuro farà svolgere alcuni esami in proposito. Un esame semplice può essere quello di far tenere al soggetto le gambe e le mani ben tese e unite, poi flettendo il busto in avanti se si nota al lato della colonna la formazione di alcune gibbosità allora saremo in presenza di una scoliosi, mentre se queste prominenze sono presenti quando il soggetto è in piedi e spariscono quando invece flette il busto in avanti, allora potremo parlare di un atteggiamento scoliotico.

La scoliosi si può prevenire? 
Purtoppo questa è una patologia che rispetto ad altre non può essere prevenuta.
Però allo stesso tempo se si fa una diagnosi precoce sarà più facile ottenere benefici da una terapia.
Spesso si pensa che alcuni tipi di sport aiutino a migliorare la scoliosi, ma secondo la medicina solo un determinato tipo di ginnastica aiuta a rinforzare la muscolatura della schiena, apportando così un aiuto alla cura della patologia.

Quali possono essere i rimedi e le terapie?
Le terepie in genere variano a seconda della gravità. Sicuramente una buona ginnastica correttiva e solo nei casi più gravi l'aiuto di alcuni corsetti miglioreranno la situazione.
Nei casi di scoliosi sarebbe opportuno non praticare attività sportiva a livello agonistico.

E quali sport si possono praticare?
Generalemnte se ci troviamo di fronte ad una diagnosi grave bisognerebbe astenersi dal praticare tutte quelle attività che sottopongono la schiena alla flessibilità, come la danza, la ginnastica artistica e ritmica. Il nuoto ormai è un mito sfatato, in quanto pur essendo un ottimo esercizio riabilitativo per alcuni casi, rende la colonna più mobile e quindi deformabile.  Essendo il nuoto un'attività  in cui la respirazione è importante, nei casi di scoliosi potrebbe essere invece dannoso a causa di una respirazione forzata e di una pressione dell'acqua che grava sul torace .
La danza se è presente un tipo di scoliosi leggera, può essere praticata dalle 2- 3 volte a settimana a livello amatoriale, soprattutto se la scuola è buona.
Alcuni pareri medici, sostengono che le ginnastiche moderne come il Pilates, il Gyrotonic, il metodo Feldenkreis, come anche l'intervento sulla colonna attraverso la chiropratica, contribuiscono a migliorare la scoliosi e soprattutto a controllare la muscolatura ai due lati della colonna vertebrale.
Un esercizio fisico per combattere la scoliosi deve poter migliorare la respirazione, la stabilità del tronco, mobilizzare la colonna e aumentare un controllo propriocettivo.