La Dama delle camelie

i grandi balletti
La dama delle camelie è un balletto in tre atti con prologo. Le musiche furono composte da Frederick Chopin, mentre la coreografia venne affidata a John Neumeier.
Questo balletto andò in scena a Stoccarda il 4 Novembre del 1978. I danzatori principali furono Marcia Haydée, Birgit Keil, Egon Madsen, Reyd Anderson.
Il balletto fu poi ripreso dal balletto di Amburgo nel 1980 con le musiche originali di Chopin non arrangiate.
Altre versioni precedenti riprese dal famose romanzo sono state quelle di Camille di John Taras su musiche di Franz Schubert arrangiate da Vittorio Rieti per gli Original Ballets Russes nel 1946,
Lady of Camelias di Antony Tudor su musiche di Verdi per il New York City Ballet nel 1951  Die Kameliendame di Viktor Gsvosky su musiche di Henry Sauguet a Berlino nel 1957, poi Marguerite et Armand con le coreografie di Sir Frederick Ashton su musiche di Franz Liszt per il Royal Ballet con interpreti Margot Fonteyn e Rudolf Nureyev nel 1963, Dame aux camelias di Jorge Lefèbre su musiche di Camille Saint-Saêns a Charleroi nel 1980.

Trama
La storia inizia con un prologo che fa vedere i gioielli di Marguerite che vengono messi all'asta dopo la sua morte. Armand amante di Marguerite, incontra suo padre e gli racconta la sua bellissima storia d'amore con questa donna. L'incontro tra i due avviene al Théâtre des Varietés in occasione del balletto Manon Lescaut. Marguerite rimane molto colpita dalla stroia del balletto.I due giovani consapevoli del fatto di piacersi diventano amanti e decidono di andare a vivere in campagna, ma il padre di Armand all'insaputa del figlio, si reca da Marguerite e le chiede di chiudere la storia d'amore con lui per non rovinargli la reputazione dal momento che un'altra figlia stava per sposarsi.

Marguerite tenta in tutti i modi di far cambiare opinione al padre di Armand senza però aver successo e così accetta questo sacrificio tornando a vivere nella sua vita mondana. Marguerite lascia una lettera di addio ad Armand. Durante un incontro agli Champs – Elisées, Armand inizia a fare la corte ad un'altra donna che si chiama Olympia. Questo atteggiamento di Armand serve a tormentare la povera Marguerite, la quale si è recata da lui per chiedergli di mettere fine al suo comportamento umiliante. I due amanti si riappacificano, ma durante la notte Marguerite viene assalita da una visione della stroia di Manon e all'alba lascia il suo amante per tenere fede alla sua promessa. Durante un ballo Armand tenta di umiliare Marguerite offrendole del denaro in cambio dei favori concessi dalla stessa. In seguito, Marguerite ormai malata di tisi morirà
i grandi balletti
completamente sola e povera. Terminato il racconto di Armand a suo padre, giunge la dama di compagnia di Marguerite che gli consegna un diario appartenuto alla stessa. Armand lo legge e viene a scoprire di essere stato lasciato per amore e del dramma dovuto alla malattia della povera donna. Preso dalla disperazione stringe forte al suo petto l'oggetto donatogli.

Se vuoi vedere il Pas de deux tratto dal balletto La Dama delle camelie Clicca Qui