La lombalgia

medicina della danza, salute, cause, sintomi
Cari amici, come vi avevamo promesso nel post precedente, oggi vi parleremo della lombalgia. Per lombalgia si intende il dolore che avvertiamo al livello della parte lombare della colonna. Questa patologia interessa molti ballerini di varie età, e da uno studio recente è stato dimostrato che circa il 70 % dei danzatori professionali soffre di questo problema. La lombalgia può dipendere da vari fattori e oggi analizzeremo bene alcuni aspetti e tipologie.

Cominciamo con la lombalgia cronica che affligge giovani ballerini che frequentano ancora la scuola di danza. Essi avvertono quel fastidioso dolore che si protrae nel tempo e che causa rigidità nella colonna. Normalmente diventa più acuto alla fine di una lezione o delle prove per un saggio, ma non viene mai richiesta la sospensione dell'attività. Date le caratteristiche di questo tipo di lombalgia, l'allievo riesce a convivere con questo dolore anche per lunghi periodi, ma se il sintomo persiste si dovrà ricorrere ad una visita medica più accurata. Molti dei risultati però risultano blandi perché sia la risonanza magnetica che una radiografia non aiutano a definirne le cause vere e proprie.
Quindi ci chiediamo: “come mai un giovane allievo soffre di mal di schiena?” La risposta è davvero semplice. I giovani danzatori non utilizzano in modo corretto la loro schiena durante le lezioni di danza ( vedi anche l'articolo “ La postura del nostro corpo nella danza”).

Uno dei principali dottori di Boston, Lyle J. Micheli ha pubblicato molti anni fa una ricerca proprio sulla lombalgia riscontrata dagli allievi nelle scuole di danza. Il Dottore ha spiegato che si tratta di una lombalgia detta meccanica, dovuta al fatto che la colonna vertebrale non riesce a distribuire e sopportare il carico, quindi l'allievo riesce più o meno ad allineare la sua colonna nel momento in cui riposa, ma non è in grado di fare altrettanto e quindi perde il controllo della parte lombare quando esegue dei movimenti. Tutto questo da origine ad una iperlordosi dinamica.

Ancora oggi nonostante i vari progressi fatti in campo medico, possiamo dire che lombalgia può essere legata ad un fattore di impostazione scorretta durante l'esecuzione di esercizi, tutto questo provoca un affaticamento alla colonna vertebrale che andando avanti nel tempo si trasforma in questo dolore fastidioso. Un altro difetto sta nell'impostazione del bacino, se si trova inclinato in avanti (antiversione) le curve della colonna vengono accentuate e il peso grava sulla parte lombare, ma non deve essere confuso con l'altra impostazione del bacino indietro ( retroversione) in cui invece le curve della colonna si appiattiscono fino a sparire. Questo atteggiamento che invece provoca un irrigidimento della colonna, oggi viene ancora confuso con la corretta postura del tronco.

Per ovviare ai sintomi della lombalgia non basterà solo controllare la fascia muscolare degli addominali, ma dovrà essere aggiunta una rieducazione posturale completa per riallineare perfettamente la colonna vertebrale. C'è da aggiungere inoltre che l'allievo in questione per guarire completamente dal sintomo dovrà rivedere attentamente la modalità con cui si muove, prendendo atto di quali sono i difetti sia con l'aiuto di un buon medico specialistico, sia con l'insegnante di danza che lo seguirà nel corso del tempo aiutandolo ad utilizzare in modo corretto la sua colonna vertebrale.

Smetti di Essere i tuoi Sintomi e Comincia a Essere Te stesso Smetti di Essere i tuoi Sintomi
Un programma in sei settimane 
per guarire dai sintomi cronici
Arthur J. Barsky - Emily C. Deans

Compralo su il Giardino dei Libri