Biografia di Alessandra Celentano

coreografi famosi
Alessandra Celentano nasce a Milano il 17 Novembre 1966 Sin da bambina inizia a studiare danza con maestri di fama internazionale, fino a perfezionarsi all’Opera di stato di Budapest. Successivamente, grazie a una borsa di studio, frequenta il Corso di Perfezionamento Professionale di danza a Reggio Emilia, che anni dopo la vedrà come docente.
A metà degli anni '80 entra a far parte dell’ Aterballetto diretto da AmedeoAmodio, dove interpreta ruoli da Prima Ballerina, accanto a grandi interpreti del mondo della danza tra cui Elisabetta Terabust, Alessandra Ferri, Gheorghe Iancu, Alessandro Molin, Vladimir Derevianko, Julio Bocca, prendendo parte a tournée in Italia, Europa, America, Brasile, Canada, Algeria, Tunisia, Venezuela.

In seguito nasce un’ amicizia e una collaborazione con Gheorghe Iancu che la porterà a lavorare con lui quando sarà nominato direttore della compagnia Fabula Saltica.


Negli anni successivi è Maître de ballet nei maggiori teatri d'Italia:
E' stata docente ospite nei maggiori Teatri internazionali.

Con Aterballetto ha preso parte alle seguenti produzioni: 

  • Love songs - coreografia di William Forsythe
  • Romeo e Giulietta (1987, 1990) - coreografia di Amedeo Amodio
  • A Sud di Mozart (1987) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Octet (1988) - coreografia di Lucinda Childs
  • Ai limiti della notte (1988) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Night Creature (1989, 1991) - coreografia di Alvin Ailey
  • Lo Schiaccianoci (1989,1993) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Volo di un uccello predatore (1989) - coreografia di Jennifer Muller
  • Le pietre che cantano (1989) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Il Cappello a tre punte (1990) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Coccodrilli in abito da sera (1991) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Cartoline per Mozart (1991) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Di qua di là dal mare (1992) - coreografie di autori vari
  • Escapades (1992) - coreografia di Alvin Ailey
  • Coppelia - coreografia di Amedeo Amodio
  • Sogno di una notte di mezza estate (1993) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Hor che'l'ciel (1993) - coreografia di Massimo Moricone
  • Carmen (1995) - coreografia di Amedeo Amodio
  • Greening - coreografia di Glen Tetley

Ha inoltre danzato in :
  • Mythical hunters - coreografia di Glen Tetley
  • Agon - coreografia di George Balanchine
  • Allegro brillante - coreografia di George Balanchine
Nel 1994 è assistente di Amebeo Amodio per il balletto Cabiria con G. Iancu, V. Durante e M. Careno, prodotto dall'Arena di Verona.
In questo periodo prende anche parte, sempre con Aterballetto alle produzioni televisive come Gli specchi di Trieste (1991), Omaggio a Rossini: Un petit train de plaisir (1992), Sport in danza (1994), Pavarotti International a cura di Vittoria Cappelli e Vittoria Ottolenghi e all'Edinburgh International Festival nel 1988.
Nel 1995, mente continua a lavorare nell’Aterballetto, Gheorghe Iancu, direttore della compagnia Fabula Saltica, la chiama a lavorare con lui come ballerina e assistente. Di questo periodo sono le produzioni:
Aura (1995) - coreografia di Gheorghe Iancu in cui è anche assistente alla coreografia.
In questa occasione è ballerina ospite insieme ad Alessandro Molin e reinterpreta Escapades, coreografia di Alvin Ailey, già interpretata nel 1992.
Riccardo III (1996) - coreografia di Gheorghe Iancu, in cui è anche assistente alla coreografia,
balletto che le permetterà di danzare accanto a Gheorghe Iancu, Alessandro Molin, Monique Loudières, Laura Contardi e Paul Chalmer.
Synthesis (1996) - coreografia di Gheorghe Iancu, in cui è anche assistente alla coreografia.
Nella stagione 1996-1997 è Maître de ballet al Teatro alla Scala sotto la direzione di Elisabetta Terabust.
Dal 1997 al 2000 viene richiamata da Amedeo Amodio, allora direttore del corpo di ballo al Teatro dell'Opera di Roma in qualità di Maître de ballet. Durante questo periodo interpreta anche Invenzioni, coreografia di Amedeo Amodio, insieme ad Alessandro Molin, Cristina Amodio e Patrick King.
Dal 2000 al 2002 è Maître de ballet presso il Teatro Comunale di Firenze per MaggioDanza sotto la direzione di Elisabetta Terabust. In questo periodo lavora, tra gli altri, con il coreografo Roland Petit
Dal 2002 al 2003 è Maître de ballet presso il Teatro San Carlo di Napoli sotto la direzione di Elisabetta Terabust.
E’ nel corso di questi anni che lavora a stretto contatto con grandi nomi della danza come Carla Fracci, Roberto Bolle, Massimo Murru, Luciana Savignano, Isabelle Guérin, Oriella Dorella, Lucia Lacarra, Ambra Vallo, Letizia Giuliani, Manuel Legris, Maximiliano Guerra, Giuseppe Picone, Alessandro Macario e altri.

Maestro ripetitore e Assistente alla coreografia delle seguenti produzioni:
Riprese coreografiche a cura di Alessandra Celentano:
  • Lo Schiaccianoci (A. Amodio)
  • Carmen (A. Amodio)
  • Romeo e Giulietta (A. Amodio - D. Deane)
  • Shéhérazade (G. Iancu)
  • Escapades (A. Ailey)
  • Night Creature (A. Ailey)
  • Donne (G. Iancu)
  • L'après-midi d'un faune (A. Amodio)
  • Cabiria (A. Amodio)
  • Ricercare a nove movimenti (A. Amodio) e altro.
Dal 2003 è insegnante di danza classica nel programma televisivo Amici, per il quale nel 2007 inizia anche a creare coreografie.
Nel 2009 è direttore artistico dello spettacolo Anbeta e Josè, a cui prendono parte ballerini delle maggiori compagnie a livello mondiale tra cui Lorna Feijoo, Florencia Chinellato, Hikaru Kobayashi, Nelson Madrigal, Hektor Budlla, Amilcar Moret Gonzalez e altri.