Biografia di Maya Plisetskaya

ballerini famosi
Maya Plisetskaya, nasce a Mosca il 20 Novembre del 1925. Inizia gli studi della danza all'età di 9 anni presso la Scuola del Bolshoi con Elizaveta Gerdt, figlia di Pavel Gerdt, primo interprete della Bella Addormentata. A undici anni fa la sua prima apparizione sul prestigioso palcoscenico dove in seguito nel 1960 viene nominata come prima ballerina assoluta, riconoscimento che precedentemente era stato riconosciuto alla grande danzatrice, Galina Ulanova. Si diploma nel 1943 e ricopre ben presto il ruolo di solista del Teatro. Continua a danzare fino all'età di 65 anni. La Plisetskaya ha ricoperto anche il ruolo di coreografa presso il Corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma. Nel 1945, dopo essersi perfezionata con Agrippina Vaganova, diviene prima ballerina danzando nei ruoli di Kitri nel Don Chisciotte e Raymonda. Nel 1947 invece danza in Odette/Odile nel Lago dei Cigni, che sarà uno dei suoi più grandi ruoli. Maya aveva grandi doti espressive che l'hanno portata ad interpretare molti ruoli della tipica tradizione russa come il balletto Spartacus, La fontana del fiore di Pietra, Bachisarai, e altri ruoli che il marito compose proprio per lei come Anna Karenina, Carmen Suite, Il gabbiano. Durante la sua carriera ha avuto modo di danzare nei grandi balletti firmati da coreografi come Roland Petit e Maurice Bejart. Uno dei suoi ultimi incarichi fu nel 1996, quando fu a capo del Balletto Imperiale russo. Per il suo settantesimo compleanno debuttò in Ave Maja, un pezzo coreografico di Béjart, creato appositamente per lei.